Benvenuti nel sito dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sez. Prov.le di Frosinone – "ONLUS"
 home
    cerca
    mappa
 
Oggi:
L'associazione
Organigramma
Dove siamo
La nostra Storia
Comitati
Scopi e finalità
Servizi
Accompagnamento
Consulenza Scolastica
Libri
Legislazione
Assistenza pensionistica e fiscale
Anziani
Lavoro
Enti Collegati
U.Ni.Vo.C.
I.Ri.Fo.R.
A.S.D.
Stamperia Braille
Prevenzione Cecità
Siti Consigliati
Tiflologia
Ausili
Comunicati
Avvisi
Iscriviti alla Mailing List
Servizio Civile
Progetti
I nostro Volontari
Immagini
Mostra Tiflotecnica
Momenti belli
Versioni Precedenti
UIC vers. 1.0
UIC vers. 2.0
UIC vers. 3.0
Sito web della Regione Lazio
Seguici su Facebook
Area Riservata
Entra
LETTERA APERTA

Illustri Autorità e gentili uditori,

mi presento, sono Ottavio Nobili, un insegnante della provincia di Frosinone, padre di un ragazzo disabile assistito dal Centro regionale Sant' Alessio – Margherita di Savoia per i Ciechi.


Desidero ringraziare pubblicamente quanti si adoperano per favorire la piena integrazione sociale e culturale di mio figlio e di chi come lui vive quotidianamente la disabilità.


Il Centro Diurno di Frosinone, istituito grazie alla Legge 284/97, operante sul territorio di Frosinone dal 1999 è diventato un punto di riferimento per la riabilitazione degli utenti.


E' ovvio che la mia presenza qui non si limita a testimoniare le tante difficoltà incontrate per avere un dialogo con le Pubbliche Amministrazioni, gli Enti territoriali e le varie Istituzioni.


Infatti, desidero farmi portavoce delle necessità di tutti quei genitori che come me hanno dovuto farsi forza e combattere giorno dopo giorno, per potenziare i servizi, l'assistenza e le strutture, soprattutto in periferia.


Risulta essere impellente la necessità di offrire nuove opportunità ai nostri figli.

A tal proposito il progetto dedicato al PLURIHANDICAP fornisce questa possibilità mediante l'istituzione di corsi specifici in grado di amplificare e migliorare le potenzialità residue e nascoste dei partecipanti; mi riferisco, in modo particolare, alla possibilità di accedere a un maggiore uso delle tecnologie informatiche speciali, ovviamente nei casi in cui è consentito.

Vorrei mettervi al corrente di un'altra idea relativa al Centro Diurno di Frosinone: ritengo che sia necessario promuovere alcune attività sportive amatoriali in vista di un collegamento con la necessità fondamentale di riprendere il discorso relativo al moto e i suoi benefici psico-fisici.


Proseguo parlandovi delle gite fuori porta: una splendida esperienza che i nostri ragazzi hanno vissuto appieno, custodendo un bel ricordo di giornate felici e costruttive, che hanno dato loro la possibilità di conoscere i paesi limitrofi e le bellezze storico-naturalistiche del territorio. E' noto a tutti che le attività ludiche riescono sempre a coinvolgere i partecipanti, anche nei casi più difficili, potenziano l'area cognitiva e migliorano la mobilità e l'orientamento. Si aggiunga poi che l'esperienza tattile, proposta nei progetti, ivi compresa quella dei percorsi naturalistici, è in grado di potenziare le capacità e le competenze relative al mondo circostante.


Dunque, sono questi i motivi che mi spingono a chiedere un ampliamento delle attività ricreative, dei laboratori e delle esperienze da farsi all'esterno del Centro Diurno.


Infine è doveroso parlare dell'assistenza domiciliare, un servizio da estendere a più famiglie, data la crescita delle richieste e l'esistenza di liste di attesa eccessivamente lunghe; del resto la mancata assistenza delle persone pluriminorate è esclusivamente da attribuirsi all'assenza di risorse economiche. Bisogna risolvere con celerità tale problema, al fine di garantire agli utenti e alle loro famiglie un aiuto di primaria necessità per dare una prospettiva di vita a chi non può farcela autonomamente.


Concludendo, vorrei parlarvi della formazione degli operatori, un impegno che il Centro porta a termine periodicamente e che dovrà essere rinnovato per favorire l'ingresso di nuove figure professionali in grado di affiancare quelle già esistenti, integrando così l'avvicendamento dei lavoratori e dei rispettivi incarichi.


Ringrazio tutti per l'attenzione dimostratami e mi auguro di incontrarvi nuovamente sapendo che le domande avanzate a nome delle famiglie hanno avuto un riscontro positivo.

Torna all'Elenco delle Notizie
Ritorna all'Home Page
Torna su

UICI - Frosinone 
via M.T. Cicerone n°120  tel. 0775 270 781  fax 0775 270 536
Sito web realizzato con la collaborazione dell'Associazione Guidiamoci