Benvenuti nel sito dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sez. Prov.le di Frosinone – "ONLUS"
 home
    cerca
    mappa
 
Oggi:
L'associazione
Organigramma
Dove siamo
La nostra Storia
Comitati
Scopi e finalità
Servizi
Accompagnamento
Consulenza Scolastica
Libri
Legislazione
Assistenza pensionistica e fiscale
Anziani
Lavoro
Enti Collegati
U.Ni.Vo.C.
I.Ri.Fo.R.
A.S.D.
Stamperia Braille
Prevenzione Cecità
Siti Consigliati
Tiflologia
Ausili
Comunicati
Avvisi
Iscriviti alla Mailing List
Servizio Civile
Progetti
I nostro Volontari
Immagini
Mostra Tiflotecnica
Momenti belli
Versioni Precedenti
UIC vers. 1.0
UIC vers. 2.0
UIC vers. 3.0
Sito web della Regione Lazio
Seguici su Facebook
Area Riservata
Entra
APRI GLI OCCHI!
Prevede uno spettacolo scientifico-educativo che coinvolgerà centinaia di bambini delle elementari, oltre agli insegnanti e ai genitori. La campagna ha il fine di prevenire le malattie degli occhi ed è portata avanti dalla IAPB Italia in collaborazione col Ministero della Salute e le sezioni locali dell'Unione italiana ciechi ed ipovedenti

Così cominciavamo qualche settimana fa, annunciando l'arrivo di una grande manifestazione, memorabile nel suo genere, e nella quale abbiamo riposto – ci si perdoni la citazione – 'grandi aspettative'!

Sia chiaro…non siamo dei novellini in questo genere di attività: come già affermato nel precedente comunicato questa iniziativa è giunta al suo terzo anno scolastico, ha coinvolto più di 40.000 alunni e oltre 100 scuole.


Eppure tutte le fatiche che riponiamo in questo grande progetto, che rappresenta per il nostro lavoro non solo un punto di arrivo ma anche una meta attraverso la quale veder confermati tutti nostri punti fermi, ci spingono a fare sempre di più e a cercare di portare il nostro messaggio in più scuole e, dunque in più famiglie possibili.


Bat, l'insostituibile pipistrello che ha svolto l'arduo compito di mediare tra noi e gli oltre 2700 bambini delle scuole materne ed elementari presso cui ci siamo recati per questa porzione di anno scolastico, ama gridare ai bambini e ricordare ai grandi quanto prezioso sia il dono della vista, e come prendersene cura: la prevenzione della cecità deve avere inizio da subito, deve crescere e maturare insieme ai più piccoli componenti della nostra società, che, un domani, se ne faranno portavoce a loro volta.


Siamo lieti dell'appoggio che i mass media hanno dato a tale iniziativa, consapevoli di vivere in un'epoca in cui la tecnologia veicola i fili di molte delle nostre attività e di gran parte della nostra cultura. Proprio per questo le parole e i messaggi lanciati al nostro piccolo grande pubblico hanno trovato perfetta sistemazione in tanti dvd: cos'è l'occhio, come preservarlo da attacchi esterni, e tutto ciò che il bambino deve sapere non solo perché capisca come proteggersi, ma soprattutto perché proteggersi.


È la cultura della prevenzione di cui parlava il Presidente della IAPB Italia, avv. Giuseppe Castronovo tempo addietro.


L'Unione Italiana dei Ciechi e degli ipovedenti promuove da anni iniziative per la prevenzione della cecità, per il recupero visivo, per la riabilitazione funzionale e sociale dei ciechi, e si batte perché tutto questo venga sostenuto e supportato. Perciò la relazione intrecciata con l'IAPB non può che rappresentare solo un passo avanti verso un obiettivo che è posto alla fine di una strada impervia e piuttosto lunga ma non per questo irraggiungibile, su un terreno irragionevolmente ostacolato, ma che non sarà da impedimento per afferrare il risultato tanto desiderato. A tale proposito un importante ringraziamento va anche al Ministero della Salute, elemento prezioso in questa attività, come in altre dello stesso settore.


L'iniziativa, terminata il 19 Gennaio, si è conclusa con le parole del Presidente provinciale U.I.C. Claudio Cola, che ha dichiarato: "Esprimo viva soddisfazione per la buona riuscita per l'iniziativa e per l'organizzazione. Questo primo progetto con l'Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (IAPB) verrà senz'altro ripetuto prossimamente in quanto molte scuole chiedono di tenere questa iniziativa. Tuttavia un primo obiettivo è stato centrato, ovvero quello di sensibilizzare l'opinione pubblica sul Bene prezioso della vista mediante la campagna denominata "Apri gli Occhi". Di questo voglio ringraziare gli organi di informazione che offrendo risalto all'evento, hanno fatto sì che le persone riflettessero in merito a come difendere i propri occhi. Nel mese di Maggio si svolgerà in provincia di Frosinone una campagna di prevenzione rivolta agli adulti mediante l'utilizzo di un camper attrezzato per svolgere visite oculistiche gratuite.


L'obiettivo dell'Unione Italiana dei Ciechi è di chiudere per mancanza di ciechi, ma visto che questo è un'utopia si deve, attraverso la prevenzione, far sì che questi siano sempre di meno. È nello Statuto Nazionale che l'associazione ha il deciso impegno di promuovere in ogni modo la prevenzione della cecità”.


La campagna ha toccato diversi luoghi della provincia ciociara riscuotendo il successo soprattutto per bambini di terza, quarta e quinta classe elementare.


Il successo che di anno in anno tale iniziativa è riuscita a raggiungere dovrà essere una motivazione in più perché tutto possa ripetersi nell'anno a venire al fine di continuare lungo un filo che corre via, dritto verso la sensibilizzazione e la ricezione di massa.

Torna all'Elenco delle Notizie
Ritorna all'Home Page
Torna su

UICI - Frosinone 
via M.T. Cicerone n°120  tel. 0775 270 781  fax 0775 270 536
Sito web realizzato con la collaborazione dell'Associazione Guidiamoci