Benvenuti nel sito dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sez. Prov.le di Frosinone – "ONLUS"
 home
    cerca
    mappa
 
Oggi:
L'associazione
Organigramma
Dove siamo
La nostra Storia
Comitati
Scopi e finalità
Servizi
Accompagnamento
Consulenza Scolastica
Libri
Legislazione
Assistenza pensionistica e fiscale
Anziani
Lavoro
Enti Collegati
U.Ni.Vo.C.
I.Ri.Fo.R.
A.S.D.
Stamperia Braille
Prevenzione Cecità
Siti Consigliati
Tiflologia
Ausili
Comunicati
Avvisi
Iscriviti alla Mailing List
Servizio Civile
Progetti
I nostro Volontari
Immagini
Mostra Tiflotecnica
Momenti belli
Versioni Precedenti
UIC vers. 1.0
UIC vers. 2.0
UIC vers. 3.0
Sito web della Regione Lazio
Seguici su Facebook
Area Riservata
Entra
NUOVI IMPORTI E LIMITI DI REDDITO PER LE PENSIONI E INDENNITA’ ANNO 2013


NUOVI IMPORTI E LIMITI DI REDDITO PER LE PENSIONI E INDENNITA’ ANNO 2013





Informiamo i nostri gentili lettori che l’INPS, con circolare n. 149 del 28 dicembre 2012, ha reso noto il ricalcolo delle provvidenze economiche spettanti, fra l’altro, ai ciechi civili nell’anno 2013, per effetto della perequazione automatica stimata in via previsionale nella misura del 3,2 per cento per i limiti di reddito, del 3,0 per cento per le pensioni e del 2,31 per cento per le indennità dal decreto del 16 novembre 2012, emanato dal Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 277 del 26 novembre 2012.

Le pensioni e le indennità in pagamento a favore dei ciechi civili (categoria INVCIV) sono state calcolate applicando dal 1° gennaio 2013 tali percentuali di perequazione comunicate dall’ISTAT, e risultano come segue:


1. Limite di reddito personale lordo annuo per il diritto alla pensione 16.127,30 euro;

2. Limite di reddito personale lordo annuo per gli ipovedenti gravi con solo assegno a vita ad esaurimento 7.753,56 euro;

3. Indennità di accompagnamento per i ciechi assoluti 846,16 euro;

4. Indennità speciale per i ciechi parziali ventesimisti 196,78 euro;


L’INPS ha ribadito che le indennità sono indipendenti da redditi.


5. Pensione per i ciechi assoluti ricoverati e ciechi parziali ventesimisti 275,87 euro;

6. Pensione per i ciechi assoluti non ricoverati 298,33 euro;

7. Assegno a vita ad esaurimento 204,73 euro.


Con il predetto decreto si è provveduto, altresì, a quantificare per l’anno 2012 la differenza fra il 2,6 per cento di perequazione automatica per la rivalutazione delle pensioni, attribuito in via previsionale all’inizio dello scorso anno, e il 2,7 per cento che invece rappresenta l’indice di rivalutazione definitivo.

Il conguaglio a credito eventualmente spettante verrà posto in pagamento con la rata di gennaio 2013. Per l’anno 2012 il differenziale è così definito:


• Pensione per i ciechi assoluti ricoverati e ciechi parziali ventesimisti da 267,57 a 267,83 euro;

• Pensione per i ciechi assoluti non ricoverati da 289,36 a 289,64 euro;

• Assegno a vita ad esaurimento da 198,57 a 198,76 euro.


Gli importi dei trattamenti dei ciechi civili per gli anni 2012 e 2013, e i limiti di reddito, sono riportati nella citata circolare INPS, all’allegato 2, tabella M.

Come nel recente passato, ad ogni pensionato verrà inviato al domicilio un unico Mod. ObisM contenente tutte le informazioni relative al soggetto interessato (indirizzo, detrazioni d’imposta, quote in cumulabili con il lavoro, ecc) e l’indicazione degli importi mensili spettanti per ogni provvidenza.

In materia di maggiorazioni sociali, si informa che, ai sensi dell’articolo 5, comma 5, della legge n. 127/2007, a decorrere dal 1° gennaio 2013 è concesso un incremento di pensione per tredici mensilità (“incremento al milione” per intenderci) fino al raggiungimento della somma di 631,87 euro in favore dei soggetti pensionati disagiati in possesso dei seguenti requisiti:


a) status visivo: cecità totale ovvero cecità parziale

b) età: per i ciechi totali 60 anni (fasce 6 e 11), per i ciechi parziali 70 anni (fasce 8, 12, 13, 16 e 17)

c) reddito: per l’anno 2013 il limite reddituale personale lordo deve essere inferiore a 8.214,31 euro rivalutato annualmente. Se coniugato, il limite reddituale deve essere inferiore a 13.964,21 euro risultante dalla somma del limite di reddito personale e dell’importo annuo 2013 dell’assegno sociale, pari a 5.749,00 euro. Tra i redditi computati sono annoverati i redditi soggetti ad Irpef ma anche quelli esenti, quale, ad esempio, la pensione di cieco civile. Non vengono, invece, computati nel medesimo limite reddituale la rendita della casa di abitazione, la pensione di guerra, gli assegni familiari e l’assegno per il nucleo familiare, nonché la indennità speciale per i ciechi parziali ventesimisti e di accompagnamento per i ciechi assoluti erogate al solo titolo della minorazione.


Infine, per quanto riguarda, in particolare, le detrazioni d’imposta per familiari a carico, si fa presente che l’obbligo di comunicazione annuale dei dati relativi a detrazioni per familiari a carico è previsto solo in caso di variazione dei dati.

Pertanto, per l’anno 2013 sono state attribuite le stesse detrazioni per familiari a carico in essere nel mese di dicembre 2012.

A titolo informativo, va segnalato un grave elemento di novità che riguarda però unicamente gli invalidi civili al 100 per cento titolari di pensione di invalidità. Fino ad oggi il limite reddituale considerato è stato quello relativo ai redditi strettamente personali. Dal 2013, in recepimento di una sentenza della Corte di Cassazione – Sezione Lavoro (n. 4677 del 25 febbraio 2011), l’INPS terrà conto anche di quello del coniuge per stabilirne il diritto.

Si ribadisce che da tale decisione sono esclusi, tra gli altri, i minorati della vista, il cui limite reddituale considerato per ottenere la pensione di cieco civile continua ad essere quello personale lordo.

Naturalmente, questa Unione ha già preso una posizione ufficiale, in segno di solidarietà nei confronti delle altre categorie di invalidi civili, per il rispetto dei diritti e degli interessi morali e materiali di tutti i portatori di handicap.

Si ricorda che il testo integrale della circolare INPS n. 149/2012, con i relativi allegati, è consultabile al seguente indirizzo Internet:

 http://www.inps.it/bussola/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualURL=%2fCircolari%2fCircolare%20numero%20149%20del%2028-12-2012.htm


Claudio Cola

Torna all'Elenco delle Notizie
Ritorna all'Home Page
Torna su

UICI - Frosinone 
via M.T. Cicerone n°120  tel. 0775 270 781  fax 0775 270 536
Sito web realizzato con la collaborazione dell'Associazione Guidiamoci