Benvenuti nel sito dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sez. Prov.le di Frosinone – "ONLUS"
 home
    cerca
    mappa
 
Oggi:
L'associazione
Organigramma
Dove siamo
La nostra Storia
Comitati
Scopi e finalità
Servizi
Accompagnamento
Consulenza Scolastica
Libri
Legislazione
Assistenza pensionistica e fiscale
Anziani
Lavoro
Enti Collegati
U.Ni.Vo.C.
I.Ri.Fo.R.
A.S.D.
Stamperia Braille
Prevenzione Cecità
Siti Consigliati
Tiflologia
Ausili
Comunicati
Avvisi
Iscriviti alla Mailing List
Servizio Civile
Progetti
I nostro Volontari
Immagini
Mostra Tiflotecnica
Momenti belli
Versioni Precedenti
UIC vers. 1.0
UIC vers. 2.0
UIC vers. 3.0
Sito web della Regione Lazio
Seguici su Facebook
Area Riservata
Entra
RELAZIONE PROGRAMMATICA 2014
Gentilissimi Soci, Autorità,Volontari e Amici,
il Consiglio Provinciale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Frosinone, riunitosi in data 10/05/2013, ha predisposto la presente Relazione Programmatica che sottopone al dibattito assembleare e alla vostra approvazione.
Da qualche mese si sono spente le luci della ribalta della prima Assemblea ordinaria dei soci che ha visto la presenza, fra l’altro, di molte autorità politiche e di candidati alle elezioni nazionali e regionali. Dalla classe politica uscita dalle urne ci aspettiamo un riscontro urgente a quelle che sono le nostre sofferenze e rivendicazioni, presentate, sia in quell’occasione sia in incontri istituzionali che si sono tenuti nelle scorse settimane. Riteniamo del tutto superfluo sottolineare il fatto che la profonda crisi economica non consente una vera programmazione per il prossimo anno, per tutte quelle attività e servizi che i ciechi e ipovedenti si aspettano di avere sia dalle istituzioni che dalla loro Associazione. Quello che invece non ci aspettiamo è una crisi sociale intesa come mancanza di sensibilità per gli aspetti più gravi e per i disagi più sentiti dalla popolazione stessa. Uno di questi è senz’altro legato alle tematiche della disabilità, infatti, negli scorsi anni, si percepiva da parte dell’opinione pubblica un maggior interesse e sensibilità nei confronti del progresso delle conquiste sociali e dell’aspetto centrale dei diritti che innalzano il livello qualitativo della vita e di una vera compiuta democrazia. Ciò che si vuole testimoniare è facilmente riscontrabile e confutabile osservando con attenzione le notizie riportate dai mass media che non valorizzano da tempo le imprese quotidiane compiute dai disabili, ma bensì, vi si attacca la dignità sbattendo in prima pagina esclusivamente la tematica del falso disabile. Con questo non si vuole affermare che il fenomeno non esista ma è pur vero che la maggior parte di queste segnalazioni, o non hanno avuto riscontro, o lo hanno avuto solo in modo parziale. In altri termini, diciamo che l’Unione Italiana dei Ciechi ed Ipovedenti combatte i falsi ciechi perché sottraggono risorse economiche a quelli veri ma la responsabilità di ciò che è accaduto in passato non ci appartiene in quanto spesso veniva associato alla disabilità il disagio economico. Questo è avvenuto soprattutto nelle aree più depresse della nostra Nazione e ha svolto la funzione di salvagente che ora non è più possibile portare avanti in quanto i tempi sono mutati diversamente. Questo lungo discorso è essenziale e centrale per ribadire con un concetto semplicissimo, che non siamo disposti a cedere le nostre conquiste sociali ottenute negli anni e a prezzo di un duro lavoro e sacrificio. Infatti, com’è noto, i diritti non sono mai stati concessi ma conquistati a caro prezzo e con lunghe battaglie. Il primo tra i diritti irrinunciabili è quello dell’indennità di accompagnamento al solo titolo della minorazione ma anche le provvidenze economiche, il diritto a una corretta istruzione ed integrazione scolastica una buona formazione professionale e non ultimo il diritto al lavoro. Potremmo citarne degli altri ma in una relazione si tende a scrivere ed enunciare gli obiettivi primari. Questo il programma essenziale dell’Associazione per il 2014 e credeteci non è poco. Affianco alla difesa dei diritti e dello stato sociale di un corretto diritto alla salute e alla dignità di uomini e donne ricordiamo il nostro impegno a proseguire nell’erogazione di tutti i servizi a voi noti. E’ nostra intenzione promuovere ulteriormente le attività di volontariato dell’U.N.I.Vo.C., dare un nuovo slancio all’Associazione sportiva dilettantistica “Ciociari non vedenti”, proseguire nella promozione del Libro parlato e dei libri scolastici, digitali, ingranditi e braille attraverso l’opera della Biblioteca multimediale “Aurelio Nicolodi”, rilanciare inoltre l’azione dell’Irifor che da tempo risulta assopita. Sviluppare ulteriormente la rete di Segreteriato sociale, di Patronato e Caf. Un altro aspetto da noi sempre particolarmente curato è quello relativo alle attività ludico-ricreative e ai soggiorni estivi che sentiamo di poter realizzare anche per il prossimo anno. Un altro aspetto centrale della nostra azione che dovrà essere collegiale e senza il quale difficilmente vi saranno le attività che auspichiamo è relativo alle campagne di autofinanziamento, sia quelle istituzionalizzate come l’annuale lotteria e la vendita delle uova di pasqua ma anche quelle nuove e non utilizzate al meglio, che sono la campagna relativa ai soci sostenitori e quella per la donazione del 5 per mille dalla dichiarazione dei redditi.
Vogliamo andare a concludere questa relazione con una buona notizia che riguarda sostanzialmente il prossimo anno, ovvero che verrà presto riavviato il Progetto per il Servizio Civile Volontario, che è stato presentato per conto delle Sezioni del Lazio dal nostro Consiglio Regionale il quale ha ottenuto quest’importante e brillante risultato che andrà a migliorare, quantitativamente e qualitativamente, numerosi servizi quale quello per l’accompagnamento.


Per il Consiglio Direttivo



Il Presidente Provinciale

Torna all'Elenco delle Notizie
Ritorna all'Home Page
Torna su

UICI - Frosinone 
via M.T. Cicerone n°120  tel. 0775 270 781  fax 0775 270 536
Sito web realizzato con la collaborazione dell'Associazione Guidiamoci