Benvenuti nel sito dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sez. Prov.le di Frosinone – "ONLUS"
 home
    cerca
    mappa
 
Oggi:
L'associazione
Organigramma
Dove siamo
La nostra Storia
Comitati
Scopi e finalità
Servizi
Accompagnamento
Consulenza Scolastica
Libri
Legislazione
Assistenza pensionistica e fiscale
Anziani
Lavoro
Enti Collegati
U.Ni.Vo.C.
I.Ri.Fo.R.
A.S.D.
Stamperia Braille
Prevenzione Cecità
Siti Consigliati
Tiflologia
Ausili
Comunicati
Avvisi
Iscriviti alla Mailing List
Servizio Civile
Progetti
I nostro Volontari
Immagini
Mostra Tiflotecnica
Momenti belli
Versioni Precedenti
UIC vers. 1.0
UIC vers. 2.0
UIC vers. 3.0
Sito web della Regione Lazio
Seguici su Facebook
Area Riservata
Entra
PROGETTO “NUOVE ABILITÀ PER LA FLESSIBILITÀ” LA LUDOTECA INTEGRATA
Nelle finalità del regolamento della ludoteca integrata si legge che essa ha lo scopo di: favorire la socializzazione, educare all’integrazione, all’autonomia e alla libertà di scelta e di valorizzare le capacità creative ed espressive di ogni bambino.
Quanto il gioco sia elemento fondamentale per lo sviluppo e quali siano le sue molteplici funzioni nell’età evolutiva, è evidenziato da numerosissimi studi da parte di psicologi e pedagogisti. Grazie al gioco, infatti, è possibile esplorare il mondo esterno, sviluppare abilità motorie e cognitive, dare “voce alla propria creatività.
Creare opportunità in cui i bambini con disabilità visive possano vivere momenti di spontaneità e di divertimento, conciliandoli con aspetti educativi indispensabili per un corretto sviluppo è di fondamentale importanza. Per i bambini disabili della vista, troppo spesso il gioco viene considerato esclusivamente nell’ottica terapeutica, non tenendo in considerazione il diritto di ogni bambino all’attività spontanea. La finalità principale della ludoteca integrata, allora, è rappresentata proprio dal far coincidere questi due aspetti fondamentali del gioco, utilizzando il piacere dell’attività spontanea attraverso cui sviluppare socialità e creatività, come mezzo didattico e terapeutico per favorire lo sviluppo.
L’organizzazione spaziale della Ludoteca tende ad eliminare le difficoltà relative alla presenza delle disabilità visive, cognitive e a volte motorie, in modo che sia possibile per ognuno partecipare attivamente al gioco. Per questo motivo è necessario poter contare su personale appositamente formate, in grado di gestire le diverse situazioni che possono presentarsi. Allo stesso modo è fondamentale disporre di uno spazio idoneo e di materiali che possano mantenere alta la motivazione, la curiosità e l’interesse dei bambini. A tal proposito l’utilizzo di materiale non strutturato, per la creazione di libri tattili, giochi sonori, giochi di gruppo, possono essere di grande utilità sia per i normovedenti che per chi ha una qualsiasi forma di disabilità visiva. La creazione di libri tattili aiuta, inoltre a superare la differenza di modalità di gioco fra gruppi eterogenei, favorisce la coordinazione bimanuale e, una volta terminati, stimolano l’esplorazione tattile e le abilità di comunicazione. I giochi di gruppo stimolano a muoversi e favoriscono il superamento della rigidità corporea e di stereotipie molto frequenti in chi non vede o comunque vede poco. Tale servizio nella nostra provincia, va ad integrarsi con quelli già offerti per i nostri bambini e ragazzi con disabilità visiva e, se vogliamo, ne rappresenta un completamento, in quanto diretto anche a bambini molto piccoli, infatti l’iscrizione può avvenire già a partire dai 3 anni, età in cui si costruiscono i pre-requisiti per apprendimenti futuri. Il servizio di accompagnamento, dove richiesto, rappresenta un ulteriore vantaggio per chi non si trova in condizione di spostarsi autonomamente e si rende indispensabile nella nostra provincia caratterizzata da piccoli centri dislocati in un territorio molto vasto.

Alba Lisa Mazzocchia

Torna all'Elenco delle Notizie
Ritorna all'Home Page
Torna su

UICI - Frosinone 
via M.T. Cicerone n°120  tel. 0775 270 781  fax 0775 270 536
Sito web realizzato con la collaborazione dell'Associazione Guidiamoci