Benvenuti nel sito dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sez. Prov.le di Frosinone – "ONLUS"
 home
    cerca
    mappa
 
Oggi:
L'associazione
Organigramma
Dove siamo
La nostra Storia
Comitati
Scopi e finalità
Servizi
Accompagnamento
Consulenza Scolastica
Libri
Legislazione
Assistenza pensionistica e fiscale
Anziani
Lavoro
Enti Collegati
U.Ni.Vo.C.
I.Ri.Fo.R.
A.S.D.
Stamperia Braille
Prevenzione Cecità
Siti Consigliati
Tiflologia
Ausili
Comunicati
Avvisi
Iscriviti alla Mailing List
Servizio Civile
Progetti
I nostro Volontari
Immagini
Mostra Tiflotecnica
Momenti belli
Versioni Precedenti
UIC vers. 1.0
UIC vers. 2.0
UIC vers. 3.0
Sito web della Regione Lazio
Seguici su Facebook
Area Riservata
Entra
RICORSO ISEE
Informiamo che lo scorso martedì alle 10:30, c’è stata la presentazione del ricorso contro il nuovo ISEE(indicatore della situazione economica equivalente) presso la “Sala della Piccola Promoteca” in Campidoglio.
La conferenza è organizzata dal “ Coordinamento Disabili ISEE NO GRAZIE” composto da persone con disabilità, genitori e rappresentanti di associazioni che lo scorso 17 Aprile hanno depositato presso il Tribunale Amministrativo Regionale il documento collettivo volto ad impugnare il d.c.p.m. (Decreto Presidente Consiglio dei Ministri) di riforma ISEE.
Il ricorso verrà discusso al TAR del Lazio il prossimo 19 Novembre.
La conferenza stampa è stata indetta per spiegare le motivazioni che hanno spinto numerose associazioni di disabili ad intraprendere questa onerosa strada ed entrare nel merito di quelle che saranno le conseguenze qualora si applicassero i parametri del nuovo ISEE.
L’ISEE nasce come strumento di equità sociale, ma l’applicazione dei parametri del nuovo ISEE alle persone con disabilità grave sarà iniqua e contraddittoria. Ciò è dimostrato dall’obbligo di inserire nel computo del calcolo dell’indennità di accompagnamento e le provvidenze erogate al solo titolo della minorazione e che non costituiscono assolutamente un reddito, bensì sono imprescindibili per garantire la sopravvivenza delle persone che necessitano di una assistenza continua in quanto non sono in grado, da sole, di compiere gli atti quotidiani della vita.
Il d.p.c.m. mina pesantemente la piena realizzazione dei diritti fondamentali delle persone con disabilità e viola i principi costituzionali di tutela che garantiscono la dignità della persona , l’uguaglianza e il diritto alla salute nonché i principi contenuti nella Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità.
Tutto questo in nome del contenimento della spesa pubblica.
Le nuove modalità di calcolo dell’ISEE, ovvero, somme di denaro, contributi economici ed agevolazioni fiscali concessi dagli enti pubblici con la finalità di recuperare lo svantaggio e per assicurare la realizzazione dei diritti costituzionalmente riconosciuti.
Ciò significa che, a seguito della riforma introdotta dall’impugnato decreto, vengono considerate reddito tutte le provvidenze economiche per le prestazioni sociali e socio-sanitarie agevolate concesse alle persone con disabilità, ad esempio le indennità di accompagnamento, la pensione di invalidità, i contributi per l’assistenza indiretta (via indipendente), gli assegni di cura, i contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche o per l’acquisto di prodotti tecnologicamente avanzati e il trasporto personale.
Le prestazioni erogate oggi per chi ha un handicap grave, sono già largamente insufficienti rispetto ai bisogni più elementari. Secondo i dati Istat, la disabilità costituisce una delle cause maggiori d’impoverimento delle famiglie.
Le Associazioni promotrici del ricorso:
Associazione Ylenia e gli amici speciali: Costantino Boncori
Coordinamento Sociosanitario per le persone con disabilità nella ASL RM E: Bernardino Tomei
Associazione Italiana Ricerca Psicosi e Autismo - Arpa: Sabina Antonietta Matarrese
Associazione Tutti nessuno escluso: Virginio Massimo
Associazione Il vento sulla vela Onlus: Aldo Conidi
Ente Morale Istituto Leonarda Vaccari: Saveria Dandini De Sylva
Coordinamento Familiari Assistenti – CO.FA.AS. Clelia: Anna Maria Fecchio Comito
Associazione Il Melograno Rosso Onlus: Tiziana Palma
Associazione La Lampada dei desideri: Paola Fanzini
Associazione Il Ponte Onlus: Nunzia Firrincielli
Associazione Habitat per l’Autismo: Gino Salvati
Coordinamento Disabili ISEE NO GRAZIE: referenti Silvana Giovannini e Mario Dany De Luca

Associazioni sostenitrici del ricorso:
Associazione nazionale guida legislazioni andicappati trasporti (ANGLAT): Roberto Romeo
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Roma (U.I.C.I.): Giuliano Frittelli
Federazione tra le associazioni nazionale dei disabili di Roma (FAND): Enrico Troiani
Forum Ex articolo 26: Stefano Giannessi
Associazione UFHA: Unione Famiglie Handicappati: Guido Trincheri
Associazione Perlha: Renato Papini
Il Raggio Società Cooperativa sociale Onlus
Perla Società Cooperativa Onlus
Associazione Oltre lo Sguardo Onlus – Percorsi protetti davanti a noi: Elena Impronta
Associazione Genitori Ex Anni Verdi: Vittorio Casasanta
Coordinamento Salviamo L’Ospedale Santa Lucia
Associazione AisaLazio Onlus: Carlo Rossetti
Associazione Altovoltaggio : Carla Patrizi
L’Associazione Donne per la Sicurezza Onlus: Roberta Sibaud
Associazione Disabili Visivi Onlus: Giulio Nardone
Per info stampa: nuovoiseenograzie@gmail.com

Torna all'Elenco delle Notizie
Ritorna all'Home Page
Torna su

UICI - Frosinone 
via M.T. Cicerone n°120  tel. 0775 270 781  fax 0775 270 536
Sito web realizzato con la collaborazione dell'Associazione Guidiamoci