Benvenuti nel sito dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sez. Prov.le di Frosinone – "ONLUS"
 home
    cerca
    mappa
 
Oggi:
L'associazione
Organigramma
Dove siamo
La nostra Storia
Comitati
Scopi e finalità
Servizi
Accompagnamento
Consulenza Scolastica
Libri
Legislazione
Assistenza pensionistica e fiscale
Anziani
Lavoro
Enti Collegati
U.Ni.Vo.C.
I.Ri.Fo.R.
A.S.D.
Stamperia Braille
Prevenzione Cecità
Siti Consigliati
Tiflologia
Ausili
Comunicati
Avvisi
Iscriviti alla Mailing List
Servizio Civile
Progetti
I nostro Volontari
Immagini
Mostra Tiflotecnica
Momenti belli
Versioni Precedenti
UIC vers. 1.0
UIC vers. 2.0
UIC vers. 3.0
Sito web della Regione Lazio
Seguici su Facebook
Area Riservata
Entra
CONFERENZA STAMPA PER LO SHOWDOWN PARI E DIVERSI
Siamo lieti di comunicarvi che si è svolta la conferenza stampa indetta per la manifestazione nazionale di Showdown “Pari e diversi” che ha avuto luogo presso l’ala del rettorato del Campus la Folcara in Cassino, in data venerdì 21 Novembre con inizio alle ore 10:00. Promotori dell’evento sono stati: l’associazione sportiva dilettantistica “Ciociaria non vedenti”, l’U.I.C.I. di Frosinone e l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, con il patrocinio gratuito dell’Amministrazione Provinciale di Frosinone. L’evento sportivo si svolgerà a partire da Sabato 22 Novembre dalle ore 8:30 alle ore 19:30 e proseguirà Domenica 23 Novembre dalle ore 8:30 alle ore 12:00 presso il Campus la Folcara di Cassino (palestra della facoltà di Scienze motorie).
Al termine delle gare verrà effettuata a premiazione degli atleti.
Hanno aderito le seguenti società sportivi:
• ASD Ciociaria non vedenti;
• ASD Sportella Torino;
• All Star Arezzo;
• GSD Pisa;
• Il Trifoglio Lodi;
• ASD Silvano Dani Firenze;
• ACS Campania 90;
• ASD L’aquilone, L’Aquila.
La manifestazione vedrà la presenza di 19 atleti, di cui 11 uomini; la nostra società ASD Ciociaria Non Vedenti, sarà rappresentata da 4 atleti.
All’evento collabora l’U.N.I.Vo.C. di Frosinone che mette a disposizione il prezioso aiuto dei volontari.
La conferenza stampa è stata aperta dall’intervento della Professoressa Fiorenza Taricone, la quale ha incentrato l’intervento sulla formazione e sensibilizzazione degli studenti sul lavoro del “CUDARI” (Centro Universitario Diversamente Abili Ricerca Innovazione), nonché sulla collaborazione con l’U.I.C.I.
Il signor Cola Claudio è intervenuto in rappresentanza dell’Unione Ciechi sottolineando l’importanza della comunicazione per questi eventi e la trasformazione negli anni della nostra società e della legislazione.
Il signor Eliseo Ferrante in rappresentanza del Comitato Paralimpico Regionale ha illustrato le attività del Cip e dello sport per i disabili.
La responsabile della sede di rappresentanza Uici di Cassino, dottoressa Maria Pia Lanni, ha ringraziato tutti coloro che stanno collaborando per la buona riuscita dell’evento e in particolare le società sportive.
È intervenuto infine, il responsabile tecnico della Nazionale di Showdown, Claudio Comerro, che ha illustrato nel dettaglio le regole del gioco ed ha sottolineato come questa disciplina sportiva possa essere praticata sia a livello amatoriale che agonistico.

Cos’è lo Showdown

Lo Showdown è uno sport praticato da non vedenti e ipovedenti. I giocatori vengono bendati affinché non vedenti e ipovedenti possano gareggiare nelle stesse condizioni.
L'incontro viene disputato tra due giocatori su un tavolo rettangolare, con angoli arrotondati, che ad ogni estremità possiede un'area di porta. Al centro del tavolo vi è uno schermo centrale che divide il tavolo da gioco in due parti uguali. Questo schermo, alto 42 cm dalla sommità delle sponde laterali forma un limite di 10 cm di altezza dal piano del tavolo per il passaggio della palla.
I giocatori utilizzano racchette di legno (o altri materiali sintetici) di solito di forma rettangolare o stondata sui quattro bordi. Con queste racchette i giocatori colpiscono una palla sonora (al suo interno ha dei sonagli) di plastica dura del diametro di 6 cm. Nel muoversi la palla sonora produce un suono in modo tale da poterne percepire la direzione e la velocità.
Lo scopo del gioco è lanciare la palla nella porta dell'avversario facendola passare prima sotto lo schermo centrale.
Nel servizio di battuta la palla sonora viene colpita da ferma dalla racchetta e deve obbligatoriamente fare una sola sponda prima di attraversare lo schermo centrale e andare dall'altra parte del tavolo. Una volta effettuata la battuta o il servizio, si può colpire la palla direttamente verso la porta avversaria senza effettuare alcuna sponda oppure si può colpire facendole effettuare una o molteplici sponde, prima di arrivare dall'avversario. La palla può staccarsi dalla superficie di gioco, rimbalzare ed andare fuori dal tavolo. In alcuni casi anche se la palla rimbalza o è in aria, rimane in gioco; in altri casi si ferma la partita e si riparte in quanto la palla è fuori dal gioco. Nello showdown la palla passa decisamente più tempo a contatto con la superficie di gioco rispetto al tempo che passa in aria quindi questo gioco non è per niente simile al pingpong (nella parte centrale del tavolo la palla deve passare obbligatoriamente sotto lo schermo prima di andare nella parte di tavolo dell'avversario). Come principio invece, questo sport è piuttosto simile all'air hockey, al quale quasi tutti hanno giocato almeno una volta nella propria vita, in una sala giochi.
La federazione che regola lo Showdown in Italia è la Fispic.

Torna all'Elenco delle Notizie
Ritorna all'Home Page
Torna su

UICI - Frosinone 
via M.T. Cicerone n°120  tel. 0775 270 781  fax 0775 270 536
Sito web realizzato con la collaborazione dell'Associazione Guidiamoci