Benvenuti nel sito dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sez. Prov.le di Frosinone – "ONLUS"
 home
    cerca
    mappa
 
Oggi:
L'associazione
Organigramma
Dove siamo
La nostra Storia
Comitati
Scopi e finalità
Servizi
Accompagnamento
Consulenza Scolastica
Libri
Legislazione
Assistenza pensionistica e fiscale
Anziani
Lavoro
Enti Collegati
U.Ni.Vo.C.
I.Ri.Fo.R.
A.S.D.
Stamperia Braille
Prevenzione Cecità
Siti Consigliati
Tiflologia
Ausili
Comunicati
Avvisi
Iscriviti alla Mailing List
Servizio Civile
Progetti
I nostro Volontari
Immagini
Mostra Tiflotecnica
Momenti belli
Versioni Precedenti
UIC vers. 1.0
UIC vers. 2.0
UIC vers. 3.0
Sito web della Regione Lazio
Seguici su Facebook
Area Riservata
Entra
AUMENTO DELLE PENSIONI DI INVALIDITA’ CIVILE E INDENNITA’ DI ACCOMPAGNAMENTO ANNO 2015
Le pensioni di invalidità civile aumenteranno dal mese di Gennaio 2015, dell’1,95% per effetto del tasso d’inflazione programmato.
Facciamo qui di seguito un breve riassunto delle “ definizioni “più ricorrenti in tema di pensioni o assegni d’invalidità civile.
“INVALIDO CIVILE TOTALE”
Soggetto riconosciuto invalido dalla Commissione di accertamento della ASL in misura pari al 100%.
“INVALIDO CIVILE PARZIALE”
Soggetto riconosciuto invalido dalla Commissione di accertamento della ASL in misura pari al 74%
“CIECO CIVILE ASSOLUTO”
Soggetto con residuo visivo pari a 00 con eventuale correzione.
“CIECO CIVILE PARZIALE”
• “ VENTESIMISTA”
Soggetto con residuo visivo non superiore ad un ventesimo in entrambi gli occhi con eventuale correzione.

• “ DECIMISTA”
Soggetto con residuo visivo non superiore ad un decimo in entrambi gli occhi con eventuale correzione.

“SORDOMUTO”

Soggetto minorato sensoriale dell’udito affetto da sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva (entro il 12° anno di età) che abbia impedito il normale apprendimento del linguaggio parlato, purché la sordità non sia di natura esclusivamente psichica o dipendente da causa di guerra, di lavoro o di servizio.

“INVALIDO CIVILE CON DIRITTO ALL’INDENNITA’ DI ACCOMPAGNAMENTO”
Soggetto riconosciuto invalido dalla Commissione di accertamento della ASL in misura pari al 100% con “incapacità a svolgere gli atti quotidiani della vita propri dell’età “o “incapace di deambulare autonomamente senza l’aiuto permanente di qualcuno”.
“ SOGGETTI AFFETTI DA TALASSEMIA MAJOR E DREPANOCITOSI”
I soggetti affetti da queste gravi malattie del sangue ereditarie, hanno diritto a percepire un assegno di importo pari al trattamento minimo alle condizioni di avere almeno 35 anni di età e dieci anni di contributi (520 settimane ); questo ai sensi dell’art. 39 della Legge 448/2001. Non si tiene conto dei redditi posseduti.

PROVVIDENZE ECONOMICHE
Le provvidenze economiche vengono erogate secondo la tabella finale con la condizione di essere cittadini italiani o extracomunitari con carta di soggiorno e , in entrambi i casi, residenti in Italia.
• Indennità di frequenza

E’ concessa a tutti gli invalidi civili ivi compresi i sordomuti di età inferiore ai 18 anni all’unica condizione di frequentare centri di riabilitazione e/o scuole di rinserimento sociale. L’assegno viene erogato solo per il periodo di frequenza.


INVALIDI CIVILI

• Pensione di inabilità

E’ concessa agli invalidi civili TOTALI (100%) di età superiore ai 18 e inferiore ai 65 anni.
Al 65° anno+3 mesi si trasforma in assegno sociale.

• Assegno mensile
E’ concessa agli invalidi civili PARZIALI (maggiore del 74%) di età superiore ai 18 e inferiore ai 65 anni; incollocati e disponibili ad essere avviati al lavoro. Al 65° anno +3 mesi si trasforma in assegno sociale.
• Indennità di accompagnamento

Viene riconosciuta agli invalidi civili riconosciuti incapaci di svolgere gli atti quotidiani della vita o di deambulare autonomamente senza l’aiuto permanente di qualcuno.

CIECHI CIVILI
• Pensione non reversibile ai ciechi assoluti
E’ concessa ai ciechi civili assoluti che abbiano compiuto i 18 anni di età.
• Indennità di accompagnamento
E’ concessa ai ciechi civili assoluti a prescindere dalle condizioni economiche e dall’età.
• Pensione non reversibile ai ciechi ventesimisti
E’ concessa ai ciechi civili ventesimisti a prescindere dall’età.
• Indennità speciale ai ciechi civili parziali
E’ concessa ai ciechi civili parziali a prescindere dall’età.
• Assegno vitalizio ai ciechi decimisti
E’ concessa ai ciechi civili decimisti che già ne godevano alla data del 10/02/1962…. Per cui si contano sulla punta delle dita.



SORDOMUTI

• Pensione non reversibile
• E’ concessa ai sordomuti di età superiore ai 18 e inferiore ai 65 anni.
Al 65°anno+3 mesi si trasforma in Assegno sociale.
• Indennità di comunicazione
Viene riconosciuta, a domanda, ai sordomuti di età maggiore ai 18 anni.

COME AUMENTERANNO LE PENSIONI?
tipo di pensione Importo anno 2015 limite di reddito
Pensione inabilità (invalido civile totale) : 279,75 € 16.532,10 €
Assegno mensile (invalido civile “parziale”) : 279,75 € 4.805,19 €
Indennità accompagnamento : 508,55 € (nessuno)
Pensione ciechi civili assoluti non ricoverati : 302,53 € 16.532,10 €
Pensione ciechi civili assoluti ricoverati : 279,75 € 16.532,10 €
Indennità accompagnamento (ciechi assoluti) : 880,70 € (nessuno)
Pensione ciechi ventesimisti: 279,75 € 16.532,10 €
Indennità speciale ciechi parziali 203,15 € (nessuno)
Assegno vitalizio ai ciechi decimisti: 207,62€ 7.948,19 €
Pensione sordomuti: 279,75 € 16.532,10 €
Indennità di comunicazione : 253,26 € (nessuno)
Indennità di frequenza: 279,75 € 4.805,19 €
Affetti da drepanocitosi : 502,39 € (nessuno)

Torna all'Elenco delle Notizie
Ritorna all'Home Page
Torna su

UICI - Frosinone 
via M.T. Cicerone n°120  tel. 0775 270 781  fax 0775 270 536
Sito web realizzato con la collaborazione dell'Associazione Guidiamoci