Benvenuti nel sito dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sez. Prov.le di Frosinone – "ONLUS"
 home
    cerca
    mappa
 
Oggi:
L'associazione
Organigramma
Dove siamo
La nostra Storia
Comitati
Scopi e finalità
Servizi
Accompagnamento
Consulenza Scolastica
Libri
Legislazione
Assistenza pensionistica e fiscale
Anziani
Lavoro
Enti Collegati
U.Ni.Vo.C.
I.Ri.Fo.R.
A.S.D.
Stamperia Braille
Prevenzione Cecità
Siti Consigliati
Tiflologia
Ausili
Comunicati
Avvisi
Iscriviti alla Mailing List
Servizio Civile
Progetti
I nostro Volontari
Immagini
Mostra Tiflotecnica
Momenti belli
Versioni Precedenti
UIC vers. 1.0
UIC vers. 2.0
UIC vers. 3.0
Sito web della Regione Lazio
Seguici su Facebook
Area Riservata
Entra
RELAZIONE SULLE ATTIVITÀ 2016/2017
Riportiamo, di seguito, il testo completo della "Relazione sulle attività 2016/2017", della quale è stata data pubblica lettura in occasione dell'annuale Assemblea dei Soci, tenutasi presso la Sala di Rappresentanza dell'Amministrazione Provinciale di Frosinone, il giorno 21 Aprile u.s..


PREMESSA

Gentilissimi soci, illustrissime autorità, carissimi volontari, amici e collaboratori, il Consiglio Provinciale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus - Sezione Provinciale di Frosinone - riunitosi in data 17 Marzo 2017, ha redatto e approvato la presente relazione sulle attività 2016/2017, che, in data odierna, viene sottoposta al dibattito assembleare e alla Vostra approvazione.
La suddetta che, consuetamente, ogni anno, in questa Sede, viene presentata alla Vostra attenzione, intende fornire una curata ed esaustiva, benché in nuce, discettazione sulle preminenti iniziative, attività progettuali e, ineludibilmente, sulle maggiori e, a nostro avviso, impreteribili problematiche occorse durante il lasso di tempo anzidetto e al quale il presente documento pertiene. Essendo la nostra un’Associazione tentacolare, con ingerenza in plurimi settori e, disponendo di Sezioni discentrate nel circondario provinciale, quali quelle di Cassino, di Sora e di Anagni, corre l’obbligo riportare nella Presente anche le relazioni predisposte dalle medesime e ad esse attinenti, nonché i resoconti approntati dai vari Comitati di Settore.
Per la nostra Sezione l’anno 2016 è stato, come del resto gli anni pregressi, particolarmente operoso e gravido di eventi, la cui implementazione ha impegnato questa U.I.C.I. nei suoi vari ambiti di operatività: dall’assistenza scolastica alla prevenzione, dai servizi di accompagnamento alle consulenze fiscali e pensionistiche, non omettendo quanto inerisce alle attività aggregative e ludico-ricreative, che rappresentano, da sempre, uno degli oneri prioritari per la nostra realtà associativa.
Un altro anno è trascorso e, pagina dopo pagina, riteniamo sia opportuno, nonché fecondo, sfogliare il libro che riporta un nuovo, fondamentale frammento di vita associativa, che ci narra certamente di una bella avventura, nel corso della quale abbiamo sapientemente polarizzato ogni nostra azione verso obiettivi importanti ed ambiziosi, rendendoli, così, praticabili, grazie all’immane impegno e all’estrema dedizione del gruppo dirigente, alle motivazioni ideali dei volontari, al vigoroso ed infaticabile attivismo dei nostri collaboratori e dei ragazzi del Servizio Civile. Tutto ciò concorre a fornire un’idea ben precisa della complessità del lavoro che svolgiamo quotidianamente, palesando, altresì, la nutrita quantità di risorse e di opportunità di cui disponiamo e che, a nostro avviso, dovremo seguitare ad utilizzare in maniera ancor più soddisfacente. Al folto gruppo dei volontari e dei coadiutori, della cui preziosa collaborazione ci avvaliamo ogni giorno, noi dirigenti rivolgiamo, indistintamente, un profondo sentimento di gratitudine e di eterna riconoscenza, in virtù dello spirito di servizio e del senso civico con cui ciascuno di essi ha metaforicamente “portato il proprio mattoncino nell’edificazione della nostra casa comune”.
Il quadro complessivo che emerge dal resoconto, del quale ci accingiamo a dare lettura, afferente ad un anno di attività è quello, senza dubbio, di una Sezione viva, “tellurica”, in continuo crearsi e divenire, oltreché conscia del proprio ruolo e delle proprie responsabilità; questa U.I.C.I. era, ed è tutt’ora, un albero saldamente piantato su robuste radici, a cui è stata data, di recente, nuova, corroborante linfa. È stato realizzato, dunque, un piano di lavoro importante e ponderoso, suggerito, come sempre, dai plurimi bisogni di voi soci, dinnanzi ai quali non possiamo certamente essere refrattari, ma abbiamo il dovere di dare un’adeguata e tempestiva risposta. Malgrado le molteplici ed immancabili difficoltà, delle quali vi riferiremo nel corso della relazione, abbiamo tentato, sempre, di ottimizzare i servizi esistenti e di perdurare nella creazione di un’Associazione aperta al dialogo, al confronto collettivo e vicendevole per un plenario soddisfacimento di bisogni tradizionali e nuovi, che il mutare della società ci pone davanti, e al fine di contribuire, in maniera ancor più incisiva, ad un' effettiva inclusione sociale dei soggetti con disabilità visiva e plurima, residenti nel comprensorio provinciale. Seguitando su questo iter di proficuo dialogo e di fattiva accoglienza, opiniamo sia fondamentale agire d’intesa con i vari comparti associativi e con le diverse Istituzioni site sul territorio, così da poter creare e ghermire tutte le sinergie possibili e necessarie, coerentemente con i principi di solidarietà e sussidiarietà, per noi basici e intangibili.
Le tante note positive non devono, tuttavia, eclissare le non poche difficoltà, che rendono, spesso, il nostro campo d’azione un terreno acclive, ma che è, al contempo, necessario e doveroso superare. La gestione, poi, di un’alquanto considerevole mole di lavoro non è stata agevole, a motivo delle condizioni socio - economiche, che, da qualche anno a questa parte, non sono state particolarmente favorevoli, epifania del difficile tempo in cui viviamo. Oltre ad una minorazione continua delle risorse destinate alla qualità della vita, alla dignità, ai diritti dei più deboli e delle fasce più disagiate, assistiamo ad un esacerbarsi delle tensioni sociali e ad un disorientamento, sempre maggiore, della classe dirigente nazionale. Al giorno d’oggi, vengono, purtroppo, a scemare i valori, gli ideali condivisi, di contro, assistiamo ad un prolificarsi di paure e divisioni, nonché alla frenesia di dare responsioni affrettate a problematiche complesse, innalzando muri ideologici e materiali, facendo appello più all’istinto, all’animosità che, come sarebbe congruo ed auspicabile, alla razionalità. Tutto questo reca non trascurabile danno a noi in primis e lede, altresì, a quanti sono meno tutelati, sia per l’indisponibilità di mezzi economici, sia per la condizione fisica, che per la carenza di servizi atti a rispondere, in modo sollecito, alle loro esigenze primarie e a garantire una loro, piena integrazione nel tessuto sociale.
Cari amici, viviamo in una realtà frenetica e sempre più disunita, le problematiche urgono e, spesso, sono votate a restare insolute; vi sono, pertanto, molte ragioni per essere preoccupati.
Alla luce di quanto esposto, sarà necessario, anzitutto, restare uniti e solidali, presenti e tempestivi alla partecipazione, poiché la divisione e le inutili divergenze rischierebbero di far naufragare risultati, benefici e conquiste raggiunte in passato. Sarà altrettanto importante non distogliere mai lo sguardo dalla nostra bussola, quella che ci ha indicato il cammino sin’ora: la bussola della dignità, della probità e della rettitudine dei principi, dell’impegno umano e civile, che, a nostro avviso, dovrebbe guidare ogni comunità, piccola o grande che sia, nelle minori come nelle maggiori difficoltà. Oggigiorno, in cui tutto sembra vanificarsi, noi permaniamo nella ferma convinzione che la vera alternativa alla disgregazione sia proprio questa bussola.
Ma andando a sfogliare l’agenda dell’impegno associativo per l’anno 2016, riteniamo, in ultimo, sia opportuno, oltreché fruttuoso, che quanto riportato in questa relazione venga ascoltato e soppesato con vigile e desta attenzione, poiché ciò dovrà rappresentare la strada maestra sulla quale seguitare nel tempo venturo, con lo stesso spirito pionieristico e con la medesima resilienza che da sempre ci contraddistinguono.

INFORMAZIONI LEGISLATIVE

La pericope che segue intende fornire un rapido ragguaglio delle preminenti novità legislative in ambito nazionale e regionale. Iniziamo col dire che due apprezzabili vittorie sono state conseguite a livello nazionale, vale a dire, la legge n. 112 del 22 Giugno 2016 sul “Dopo di noi” e il riordino del sistema pensionistico a favore dei lavori usuranti; ciò coinvolge positivamente anche i nostri lavoratori.
Per quanto riguarda la L.R. 58/90, lo scorso anno, abbiamo visto vanificare lo sforzo e l’impegno messo in campo nel 2015 in occasione della Legge di Stabilità, per rifinanziare la norma in parola, la quale garantisce il mantenimento dei sevizi profusi dalle Associazioni Storiche. Unico punto in merito degno di nota è quello in cui, nel Piano Sociale, viene riconosciuto il ruolo delle nostre organizzazioni, così come previsto anche dalla L.R. 17/03. Proprio in virtù di ciò, abbiamo presentato un’idea progettuale, su base regionale, concordata con l’Assessorato della Regione alle Politiche Sociali, che ci vedrà impegnati nell’importante settore del Segretariato Sociale. Tale ruolo dovrebbe garantire alla nostra norma una nuova vita e, auspicabilmente, un finanziamento adeguato ai compiti che le Politiche Sociali ci chiedono e che ci stanno per attribuire. Vi informiamo, inoltre, che sono stati modificati dalla Regione Lazio, tenendo in gran considerazione le nostre osservazioni in materia, i criteri per il pagamento delle rette per coloro che sono ricoverati nelle R.S.A o che usufruiscono di servizi riabilitativi estensivi e di mantenimento.
Altra norma a cui abbiamo dato il nostro apporto negli anni, attraverso relazioni e audizioni, è la L.R 11/16 “Sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali della Regione Lazio". Un plauso va alla stessa che, dopo 16 anni, ha recepito la Norma Nazionale n. 328/2000, la cui emanazione urgeva con una certa impellenza. L’auspicio è che ora vengano individuate le giuste risorse economiche, al fine di ottimizzare il funzionamento dell’innovativa legge inerente alle Politiche Sociali.

ATTIVITÀ DI SEGRETARIATO SOCIALE

Il segretariato sociale è stato da sempre al centro della nostra azione associativa. Questa U.I.C.I., infatti, nelle sue tre Sedi, fornisce, gratuitamente e quotidianamente, ogni forma di informazione e supporto all’utenza ad essa afferente. Partendo da ciò, individua quali servizi è in grado di erogare direttamente o indirettamente, attraverso gli enti preposti.
Altra, determinante attività è rappresentata dall’erogazione delle prestazioni di Patronato e C.A.F.; ciò avviene mediante un’apposita convenzione da noi intenzionalmente stipulata.
In ultimo, un ulteriore servizio che la nostra Associazione offre, con grande apprezzamento da parte dei suoi iscritti, è quello relativo alle consulenze legali, in generale, e pensionistiche, in particolare.



INCLUSIONE SCOLASTICA E ASSISTENZA SPECIALISTICA

Come sempre profondamente attenta all’inclusione scolastica, l’Associazione ha inalveato, anche quest’anno, sforzi ed energie verso il servizio di Assistenza Specialistica, cui sono stati apportati alcuni cambiamenti organizzativi. Il nuovo coordinatore del servizio, il sig. Daniele Frantellizzi, ha fin da subito espresso, mediante una lettera d’intenti, alcune linee guida da seguire: l’intenzione di garantire ai nostri alunni un servizio sempre migliore, teso a favorire una loro piena inclusione scolastica, ad avvicinarli all’Associazione, portandoli costantemente a conoscenza delle varie iniziative proposte, a valorizzare il lavoro degli operatori di maggior spessore professionale, consolidando, in ultimo, il rapporto istituzionale con gli Istituti Scolastici.
In pieno coordinamento con la Consulente Tiflodidattica, la dott.ssa Alba Lisa Mazzocchia, con la coordinatrice dei servizi domiciliari del Sant’Alessio, la dott.ssa Donatella Fioramonti, e con la Consulente Psicologa, la dott.ssa Marina Dell’Anna, è stato predisposto un servizio organico, al fine di garantire Assistenza Specialistica a 45 (quarantacinque) utenti frequentanti le scuole di ogni ordine e grado della nostra Provincia.
Gli operatori impiegati sono 27 (ventisette), operanti in 34 (trentaquattro) diversi Istituti Scolastici, dislocati nei vari comuni.
Per ogni alunno l’obiettivo è stato quello di instaurare un costante rapporto dialogico con la Scuola di riferimento, improntato ad una collaborazione continuativa, nell’arco di tutto il periodo scolastico. Tale impostazione metodologica ha permesso di consolidare, in maniera proficua, il confronto con le varie scuole coinvolte, cosicché il rapporto con i diversi istituti è sensibilmente migliorato.

BIBLIOTECA MULTIMEDIALE E STAMPERIA


Nell’Anno Scolastico in corso sono state realizzate opere in favore di tredici utenti:
- dieci alunni ipovedenti, cui abbiamo fornito testi a carattere ingrandito;
- un’alunna che utilizza il braille;
- una studentessa universitaria;
- un professionista sanitario, il quale ha fatto richiesta di una versione digitalmente accessibile di un manuale scientifico.

I suddetti utenti sono residenti in svariati comuni del territorio provinciale, quali: Anagni, Aquino, Boville Ernica, Casalvieri, Cassino, Castelliri, Fiuggi, Pastena, Pico e Piedimonte San Germano.
E’, poi, importante segnalare che la Biblioteca ha prodotto diversi libri in formato digitale (pdf), accessibile tramite sintesi vocale, per mezzo dei diffusi PC o dispostivi mobili (tablet).
E’, altresì, doveroso ricordare che quattro utenti hanno sollecitato un nostro intervento ad anno scolastico inoltrato e che la biblioteca è riuscita, in ogni caso, ad offrire loro un servizio perfettamente congruo alle richieste inoltrate. Particolare attenzione è stata accordata ad Alessio Grigore e Benedetta Magnapera, in quanto nuovi associati di questa U.I.C.I.
L’intero lavoro di digitazione è stato coordinato dal direttore, Daniele Frantellizzi, di concerto con i componenti del Comitato Tecnico Scientifico: Giovanni Spaziani e Marco Guerri, mentre la realizzazione dei testi è stata espletata dai tre digitatori: Ilenia Carriero, Linda Giovannone e Simona Giansanti.
Per ogni utente abbiamo reputato opportuno instaurare un costante dialogo con la Scuola di riferimento, improntato ad una collaborazione continuativa, nell’arco di tutto il periodo scolastico, rendendo la realizzazione del libro a caratteri ingranditi un lavoro graduale, da suddividere e scandire in varie fasi temporali, in parallelo con il percorso didattico scolastico. Tale impostazione metodologica si è rivelata particolarmente ferace e profittevole.
Oltre agli utenti sopraindicati, occorre fare menzione anche di tre alunni che hanno richiesto un incontro conoscitivo con la stamperia, per servizi relativi al prossimo anno accademico; a tale proposito, abbiamo già provveduto all’acquisizione di alcuni testi scolastici, la cui lavorazione avrà inizio a far tempo dal mese di Maggio.
Volendo quantificare la mole di lavoro che ha visto impegnati i nostri digitatori, la medesima è pressoché pari alle 18.200 pagine lavorate, suddivise in circa 110 volumi.
Infine, tra le iniziative degne di nota, si segnala la realizzazione di un corso di formazione interno rivolto ai volontari del Servizio Civile, al fine di rinnovare ed ampliare il parco digitatori; hanno preso parte al medesimo i sig.ri: Eleonora Caltagirone, Ilaria Quattrociocchi, Laura Tirittera e Manuel Ruffaldi, attentamente selezionati all’interno del loro gruppo, in base alle doti tecniche evidenziate e alla volontà, da loro espressa, di potersi confrontare con la realtà della Stamperia.

SERVIZIO DI FORNITURA AUSILI SPECIFICI

Relativamente alla fornitura di ausili speciali, l’anno appena trascorso ha visto crescere sensibilmente il numero dei fruitori del suddetto servizio, che l’Associazione offre, da diverso tempo, ai propri soci. Presso le nostre Sedi di Frosinone, Sora e Cassino è possibile consultare l’ufficio preposto, al fine di poter richiedere, in ogni momento, valutazioni, pareri, consigli, assistenza e formazione all’uso dei vari sussidi esistenti.
Nell’anno in corso, abbiamo consolidato il servizio di consulenza gratuita, presso le scuole di ogni ordine e grado dell’intero territorio provinciale. Detto servizio, avviato nel 2014, e che ci sta permettendo, con nostra grande soddisfazione, di consolidare il rapporto con le Istituzioni Scolastiche, si prefigge come obiettivo primario la dotazione nelle scuole di strumentazioni all’avanguardia ed altamente specifiche, capaci di consentire agli alunni con disabilità visiva di riuscire a seguire il percorso scolastico, in maniera sempre più idonea.
Per quanto concerne gli ausili, vi è una costante evoluzione del mondo Apple: iPhone ed iPad sono ormai strumenti di consolidato utilizzo, in quanto polifunzionali ed altamente accessibili; quest’ultimo può, inoltre, essere utilizzato anche come videoingranditore portatile e ciò ne esalta ulteriormente la duttilità, anche in favore di soggetti ipovedenti.

Con un iPhone o un iPad un non vedente può, in piena autonomia, telefonare, inviare messaggi, gestire la propria posta elettronica, utilizzare la messaggistica whatsapp, consultare internet, impostare la sveglia o un promemoria, utilizzare il navigatore GPS, ascoltare un audiolibro, sapere rapidamente dove si trova un ristorante nelle immediate adiacenze, scannerizzare e leggere un documento, oltre a numerose ulteriori funzionalità, tutto in maniera altamente semplificata e completamente accessibile. Ciò grazie alla sintesi vocale integrata “Voice Over” e all’infinito mondo delle Applicazioni, in continua evoluzione ed aggiornamento, tra le quali spicca la famosa assistente vocale “Siri”, che permette di gestire il dispositivo mediante comandi vocali.

LAVORO

Dopo molti anni, siamo riusciti ad offrire un’importante opportunità occupazionale ad un centralinista telefonico, presso un comune della nostra Provincia. Trattandosi, tuttavia, di un’assunzione ancora a tempo determinato, ci stiamo attivando per trasformarla in un rapporto lavorativo definitivo, benché le difficoltà non manchino, a causa del subentro di norme diverse e in contrasto con i dettami della legge 113/85.
La Sede di Frosinone ha aderito al progetto sperimentale, denominato “Formazione lavoro disabili”, realizzato dall’Ente Regione Lazio, Assessorato al Lavoro, attraverso la nostra struttura regionale e il Cesfor. L’iniziativa, ancora in fase germinale, è stata avviata il 1 Giugno con un nostro aderente; vista la buona e promettente partenza della stessa, così come emerso in più realtà del territorio laziale, la Regione proseguirà in tale direzione, mediante l’emanazione di ulteriori bandi formativi.


ATTIVITA’ SOCIO-RICREATIVE E DEL TEMPO LIBERO

Un comparto che ha sempre avuto un ruolo fondamentale nell’azione del nostro Consiglio è rappresentato dalle attività socio-ricreative e del tempo libero, nella profonda convinzione che esse siano validi strumenti atti a favorire l’incontro e la socializzazione, a creare occasioni di arricchimento culturale, di conoscenza delle risorse del territorio, oltreché opportunità di svago.
Pertanto, a tale scopo, sono state individuate e realizzate nel tempo una serie di attività, finalizzate alla promozione del diritto di cittadinanza, ad una libera fruizione degli spazi di interesse storico-artistico e delle offerte culturali e turistiche da parte dei non vedenti.
Diverse, dunque, anche per l’anno appena trascorso, le iniziative messe in cantiere per un superamento dell’esclusione sociale e che, a nostro avviso, hanno raggiunto un apprezzabile livello di efficienza e di partecipazione.
Il programma ha avuto inizio il 6 Febbraio con il tradizionale pranzo di Carnevale, organizzato dagli amici della Sede di Sora, presso il Ristorante “Simpaty”, nella suggestiva località del lago di Posta Fibreno.
Il 18 Giugno ha avuto luogo la gita sociale, con la visita dei Giardini di Villa Barberini, a Castelgandolfo: una bellissima ed emozionante esperienza, che ha rappresentato un’ulteriore ed utile occasione di crescita culturale, umana e spirituale per tutti i partecipanti.
L’annuale soggiorno marino si è svolto dal 3 al 10 Luglio a Scalea, in provincia di Cosenza, presso l’Hotel Parco dei Principi; le bellezze della costa calabrese e dei luoghi visitati (l’isola di Dino con escursione in barca, il Cristo di Maratea, il centro storico di Scalea), la squisita disponibilità di tutto il personale della struttura, il clima di divertimento, di relax e di svago, in piena condivisione con tutti i partecipanti, hanno contribuito a rendere questa vacanza una bella esperienza di vita, anche e soprattutto dal lato umano. Molto nutrita è stata la partecipazione, con ben 64 adesioni tra soci, loro familiari ed accompagnatori, motivo questo di vanto e di orgoglio per la nostra Sezione, ormai affermato punto di riferimento per questo genere di attività.
Il 20 Luglio alcuni dei nostri soci hanno preso parte ad una giornata di incontro e di festa con altre categorie di disabili, organizzata, come ogni anno, ad Isola del Liri dall’amico Cav. Enzo Scala, il quale, al termine di tale iniziativa, ha fatto dono alla nostra Associazione di un gradito contributo economico.
La Reggia di Caserta, invece, è stata teatro della seconda gita sociale, tenutasi in data 18 Settembre; purtroppo il tempo proibitivo ha condizionato fortemente il programma della giornata, non consentendo ai partecipanti di poter apprezzare appieno le bellezze artistiche e naturalistiche del maestoso complesso vanvitelliano.
Dal 01 al 22 Ottobre, presso il Teatro Comunale di Fiuggi, si è svolta un’interessante iniziativa artistica con l’esposizione di sculture realizzate da artisti non vedenti, appartenenti al gruppo “Mano Sapiens”, i quali hanno spiegato di concepire l’arte non solo come mera forma di riscatto sociale ed “esistenziale”, ma anche e soprattutto come manifestazione di alto valore estetico. Un folto gruppo di nostri soci ha avuto modo di presenziare all’evento, ammirando la bellezza e la minuziosa cura delle opere in esposizione.
Sabato 10 Dicembre si è svolta la 58̊ Giornata del Cieco con la celebrazione della Messa in onore della nostra Patrona Santa Lucia, presso la chiesa di Santa Maria Goretti e con la partecipazione attiva dei nostri soci e volontari nell’animazione della stessa. Il programma della manifestazione è poi proseguito presso l’Auditorium Comunale di Frosinone con la consegna, dapprima, dei diversi riconoscimenti e premi, a cui sono seguite una divertente esibizione in dialetto ciociaro da parte del gruppo teatrale “Teatro e solidarietà” di Boville ed il molto apprezzato rinfresco, offerto dalla nostra Sezione.
Il nutrito programma di iniziative si è concluso il 23 Dicembre presso il Ristorante “Da Paolo” a Ferentino, con la sempre tanto attesa cena sociale, che segue l’estrazione della nostra annuale lotteria; è stato questo un momento vissuto nel pieno spirito della goliardia, dell’allegria e nello scambio vicendevole degli auguri per le festività natalizie.


U.N.I.Vo.C.

Conformemente ai principi del proprio Statuto Sociale ed in piena sinergia con il nostro Consiglio Provinciale, l’U.N.I.Vo.C. ha perseguito come obiettivo primario quello di favorire l’integrazione sociale e l’inclusione dei minorati della vista, rimuovendo, ove è stato possibile, gli ostacoli che ne limitano l’autonomia e ne rendono più difficoltose le attività legate alla quotidianità. Anche per l’anno 2016, grazie a diverse componenti, la nostra Organizzazione di Volontariato ha raggiunto buoni risultati, dando pratica attuazione ad un progetto che ha richiesto grande impegno e notevole dispendio di energie.
Sul piano operativo, l’attività principale dei volontari è rappresentata dal servizio di accompagnamento in favore del singolo o di gruppi, al fine di agevolarne la mobilità, con circa tremila "missioni" effettuate sull’intero territorio provinciale, ed un’operatività pressoché totale nel corso dell’anno. Non meno importante si è rivelata l’attività di sostegno, con la partecipazione attiva di molti volontari alle iniziative di autofinanziamento della nostra Associazione, quali la Lotteria Nazionale “Louis Braille” insieme alla locale lotteria natalizia e alla vendita delle uova pasquali.
Analogamente utile e prezioso è stato, poi, l’apporto dei volontari per la realizzazione di tutte le iniziative a carattere socio-ricreativo e culturale promosse da questa U.I.C.I. e di cui si è fatto cenno in altri passaggi della presente relazione; non tralasciando il proficuo sostegno, profferto dai medesimi, alle attività ed alle manifestazioni organizzate dalla locale Associazione Sportiva.
La Direzione Provinciale U.N.I.Vo.C. ha poi avuto il merito di aver concertato e realizzato in autonomia, seppur in pieno coordinamento con la nostra Sezione, nonostante le esigue risorse economiche, copiose iniziative di seguito riportate in successione cronologica:
- 09 Gennaio: tombolata, con polentata, presso il Centro di Accoglienza di Castelmassimo di Veroli, iniziativa questa che, anno dopo anno, riscuote un notevole successo in termini di partecipazione e di gradimento;
- 28 Maggio: prima edizione della “Festa di Primavera” con passeggiata in montagna lungo il Percorso Contemplativo di Papa Giovanni Paolo II°, a cui è seguito un pranzo comunitario presso il convento di San Lorenzo al Piglio;
- 05 Agosto: partecipazione alla manifestazione “Le strade della pizza”;
- dal 20 al 27 Agosto: soggiorno montano a Cerreto Laghi; l’organizzazione dello stesso è stata, consuetamente, ottima, corredata di un interessante programma di attività, offerto nell’intera settimana, con grande soddisfazione di tutti i partecipanti;
- 27 Dicembre: visita alla rappresentazione del Presepe Vivente a Trivigliano, interamente dedicata agli anziani ed alle persone con disabilità, e, a seguire, partecipazione al pranzo comunitario presso la comunità “In Dialogo”, allietato dal gruppo folkloristico di Acuto, con canti, balli e musica della tradizione ciociara.
A questo punto, non ci resta che esprimere profonda, autentica gratitudine verso quanti hanno contribuito, in maniera determinante, al raggiungimento di questi risultati, con particolare riferimento ai volontari che hanno dimostrato, in ogni occasione, disponibilità ed attenzione verso le esigenze dei nostri soci, svolgendo ogni incarico, che è stato loro affidato, con senso di responsabilità e professionalità ed avendo la capacità di instaurare con gli utenti e con noi dirigenti un rapporto non solo operativo, ma, soprattutto, di solidarietà ed amicizia.

SERVIZIO CIVILE E ACCOMPAGNAMENTO

Il 16 Aprile si è concluso il Progetto “Servizio Civile Garanzia Giovani”, mentre il 7 Marzo è stato avviato per 11 nostri soci il progetto “Ad personam”. I progetti "Servilazio 2" e "Servilazio" hanno avuto, rispettivamente, l'uno inizio il 10 Ottobre, l'altro conclusione alla fine dello stesso mese. Quanto brevemente esposto mette in evidenza un costante impegno da parte nostra nel settore del Servizio Civile, attraverso il quale si offre ai giovani un’opportunità formativa nel campo sociale e ai nostri soci numerosi servizi, primo fra tutti quello dell’accompagnamento.

PREVENZIONE DELLA CECITÀ

Tre grandi risultati sono stati conseguiti nell’ambito della prevenzione della cecità, grazie all’implacabile impegno messo in campo dalla nostra Sezione, in concorso con l’Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità- sezione italiana. Primo fra tutti la campagna “Occhio ai bambini”, rivolta alla fascia di età compresa tra i 5 e gli 8 anni e tenutasi in Pontecorvo, nel mese di Gennaio. Secondariamente, l’organizzazione, nel mese di Marzo, di un seminario per la prevenzione del glaucoma, con relativa distribuzione di materiale divulgativo. In Ottobre, invece, in occasione della Giornata Mondiale della Vista, si è tenuto un incontro seminariale presso il liceo Socio Psico Pedagogico di Frosinone, anche in questo caso, è stato distribuito alla cittadinanza l’opuscolo informativo “Difendi i tuoi occhi”.
Grande conquista, sempre in questo campo, è stata la consegna al reparto oculistico, dell’ospedale F.Spaziani di Frosinone, di uno strumento innovativo, denominato angio-OCT, progetto, questo, che ha visto la sua definitiva realizzazione agli inizi di Gennaio 2017.




I.RI.FO.R

Senza tema di smentita, purtroppo, dobbiamo constatare che la penuria di risorse economiche ha profondamente inciso, e non certo in positivo, sulla capacità operativa della nostra Associazione, motivo per cui abbiamo potuto realizzare solamente un corso di conoscenza della segnografia Bräille, diretto a insegnanti curriculari e di sostegno, nonché a operatori sociali e volontari.
Altra attività, verso cui abbiamo convogliato le nostre forze e il nostro interesse, è stata quella relativa alla formazione personalizzata per l’impiego del personal computer e di ausili informatici specifici.


INIZIATIVE PER L’AUTOFINANZIAMENTO


Come noto e come suesposto, le risorse pubbliche sono alquanto in diminuzione, quindi l’apporto che il privato cittadino può offrire alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale diventa sempre più determinante. Per quanto riguarda lo scorso anno, iniziative ragguardevoli in questo settore sono state l’annuale lotteria, la vendita delle uova di Pasqua e la donazione del 5 x mille, attraverso la dichiarazione dei redditi del contribuente. Riteniamo, tuttavia, che alcune forme di autofinanziamento vadano revisionate ed altre ampliate; inoltre, si rende necessaria, più che mai, la reviviscenza della campagna per i soci sostenitori. Relativamente al bilancio consuntivo 2016 ci rimettiamo alla relazione del Collegio Provinciale dei Sindaci Revisori.

SEDE DI RAPPRESENTANZA DI CASSINO

In riferimento alle attività svoltesi presso la nostra Sede di Rappresentanza di Cassino, premettiamo che un’intensa attività associativa, unitamente ad un ricco corteggio di eventi, concertati a sostegno di persone con minorazione visiva, ha caratterizzato anche l’anno 2016.
Grazie alla presenza dei ragazzi del Servizio Civile Nazionale, coadiuvati dai volontari U.N.I.Vo.C., è stato possibile accogliere, garantire e soddisfare le numerose richieste pervenuteci; la partecipazione alle attività della Sede Provinciale, inoltre, non è mai venuta meno.
La nostra Sezione, da sempre intimamente connessa con la realtà locale e nella medesima perfettamente integrata, ha presenziato a ragguardevoli manifestazioni tenutesi nella città di Cassino e nel suo circondario, durante il periodo estivo.
Ha provvisto, altresì, all’organizzazione di gite sociali nel territorio limitrofo, ponendosi come obiettivo precipuo un coinvolgimento sempre maggiore dei nostri soci.
Insieme all’Associazione Sportiva "ASD Ciociaria non vedenti", ha provveduto alla cogestione del III Torneo Nazionale di showdown, nel quale hanno militato circa 60 atleti provenienti da tutta Italia.
In virtù di una collaborazione sempre più fattiva e sinergica con l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, raggiuntasi grazie all’impegno in tal senso del nostro Presidente Regionale, vari docenti della stessa hanno gentilmente profferto il proprio aiuto e la propria disponibilità per l'attuazione di eventuali progetti futuri.
Sul versante economico, nello specifico per quanto attiene alle attività di autofinanziamento, ci riteniamo soddisfatti del lavoro svolto, recependo, sempre più, messaggi responsivi positivi e stimolanti da parte del territorio di nostra pertinenza.
Altro terreno di impegno sarà per noi l’ottimizzazione, nel prossimo futuro, di iniziative già in essere, quali il bowling (progetto, purtroppo da qualche tempo accantonato), l’erogazione dei consueti servizi e il consolidamento di interventi di vario tipo, a beneficio dei nostri soci.
Analoga attenzione sarà accordata all’implementazione di nuovi progetti: intendiamo dare avvio, infatti, ad un lavoro di ricerca, attraverso la compilazione di semplici questionari, al fine di avere una cognizione maggiore e più consapevole della quotidianità e delle esigenze dei nostri soci.
È doveroso, infine, rivolgere un sentito ringraziamento a tutti i volontari che, animati da mirabile passione e spirito di servizio, danno a noi un supporto fondamentale, per fronteggiare le non poche problematiche nelle quali incorriamo quotidianamente.


SEDE DI RAPPRESENTANZA DI SORA

Tra le prominenti attività associative che hanno coinvolto nell’anno 2016, nello specifico, la nostra Sede di Rappresentanza di Sora vi segnaliamo, inerentemente al mese di Maggio, l’organizzazione, frutto di un lavoro sinergico da parte delle confederazioni sindacali del territorio, di una manifestazione, tenutasi a Isola del Liri il 01 Maggio, in occasione della festa dei lavoratori. In tal contingenza, si è provveduto alla distribuzione di materiale divulgativo per una campagna di rilancio del 5 x mille. Il 04 Maggio, presso i nostri locali, la rappresentante del comitato giovani, la Sig.ra Annarita Pellegrini, ha presieduto un incontro, fortemente voluto dalla stessa, con i giovani soci del sorano, mentre il 24 Maggio la nostra Sezione ha organizzato un lauto pranzo con i soci e i volontari presso il ristorante “Simpaty” di Posta Fibreno, per trascorrere insieme un piacevole momento conviviale. Tra gli appuntamenti estivi, degni di nota, ricordiamo: l’aperitivo organizzato l’8 Giugno presso il bar “Conti” a Isola del Liri dalla rappresentante delle pari opportunità, la Sig.ra Giovanna De Santis, al fine di promuovere la conoscenza e la socializzazione tra i soci del nostro comprensorio. Il 12 Giugno abbiamo avuto un incontro con la Protezione Civile di Sora, allo scopo di indicare le più adeguate modalità di approccio e comportamentali da adottare per il soccorso di persone minorate della vista, in caso di calamità naturali. Il 17 Giugno, accogliendo con estrema gratitudine l’invito del Comitato “Festa di Sant’Antonio” di Isola del Liri, siamo stati ospiti dell’evento con i nostri soci e volontari, mentre il 25 del mese, in occasione della giornata nazionale dedicata alla lotteria “Louis Braille”, abbiamo provveduto alla consegna di materiale divulgativo sulla stessa.
Relativamente alle attività autunnali, vi segnaliamo la Giornata Mondiale della Vista, durante la quale abbiamo distribuito opuscoli informativi nella città di Sora e nel territorio liminare, nonché l’incontro svoltosi, in data 04 Novembre, presso la nostra Sede di Sora con i giovani soci e volontari, consuetamente organizzato dalla rappresentante di zona del comitato giovani, la Sig.ra Annarita Pellegrini.
Come ogni anno, abbiamo cercato di portare avanti, caparbiamente, una politica di solidarietà e di integrazione con la dimensione esterna, svolgendo visite a domicilio, garantendo servizi di assistenza domiciliare e partecipando a tutte le attività concertate dalle Sedi di Rappresentanza di Frosinone e di Cassino.
Sul fronte economico, abbiamo seguito diverse pratiche dei nostri soci, giacenti presso l’INPS di Sora ed effettuato nuove iscrizioni alla nostra Associazione.
Un impegno analogo e costante è stato, poi, messo in campo per la vendita dei biglietti dell’annuale lotteria natalizia e delle uova pasquali.
In conclusione, reputiamo sia debito e doveroso rivolgere un sincero ringraziamento al Comune di Sora, alla Caritas e all’AIPES, per la concreta disponibilità offerta nella risoluzione di svariate problematiche e difficoltà di alcuni soci.
Desideriamo ringraziare, inoltre, i ragazzi del Servizio Civile della Sede di Rappresentanza di Sora e i volontari dell’ U.N.I.Vo.C., nella speranza di poter continuare a garantire, a beneficio dei nostri soci, tutti i servizi, promuovendo, altresì, una capillare conoscenza della nostra Associazione sul territorio.


CENTRO REG.LE SANT’ALESSIO MARGHERITA DI SAVOIA PER I CIECHI ROMA


Nell’anno trascorso, il Centro Regionale ha perdurato nell’assicurare sul territorio provinciale l’assistenza domiciliare alle persone cieche ed ipovedenti con minorazione aggiuntiva. Si segnala, tuttavia, un’ erogazione del suddetto servizio alquanto desultoria, dovuta , inizialmente, alla mancata autorizzazione della Regione Lazio e, successivamente, per una lunga pausa estiva, a problemi di copertura economica. Auspichiamo maggiori investimenti da parte dell’Ente Regionale per questo importante servizio di assistenza per l’utenza e di counselling per le famiglie. Presso la sede, sita in viale Mazzini, all’interno dell’ex ospedale di Frosinone, che l’U.I.C.I. ha in comodato d’uso gratuito dalla ASL, il Centro ha assicurato l’erogazione di molteplici laboratori specifici, che hanno coinvolto numerosi non vedenti della Provincia; gli stessi hanno manifestato apprezzamento per l’iniziativa. Segnaliamo che, per scelte economiche ed organizzative, l’Ente non ha assicurato più il centro diurno per ciechi pluriminorati, riteniamo, tuttavia, che tale scelta vada rivista, pensando ad un nuovo servizio che coinvolga questi utenti. Il Centro Regionale si sta, altresì, adoperando per mettere a reddito il suo patrimonio, attraverso la costituzione di un fondo immobiliare, che verrà affidato ad una società di gestione risparmio. Sull’argomento, maggiori sviluppi ed elucidazioni si avranno nell’anno in corso.



CONCLUSIONI

Cari Soci, potremmo concludere qui la nostra relazione e lasciare che ciascuno di voi possa valutare, in piena libertà, il nostro operato, relativamente all’anno trascorso.
In ogni caso, questo gruppo dirigente è perfettamente conscio di aver dato il meglio di se stesso e di aver fatto, comunque, il proprio dovere. Speriamo vogliate darci atto, intanto, della buona volontà e della sincera passione associativa che anima questo Consiglio e, poi, condividere i nostri sentimenti di gratitudine e di riconoscenza verso quanti hanno reso possibile la realizzazione del nostro progetto associativo: il personale amministrativo e di segreteria per l’impegno e la dedizione profusi, i volontari del Servizio Civile per la grande collaborazione offerta, i volontari U.N.I.Vo.C. per il loro spirito di servizio e solidaristico, i tanti collaboratori ed amici che mai ci hanno fatto mancare il loro sostegno, le loro attenzioni e la professionalità nei loro interventi.
Questo Consiglio, pur nella consapevolezza che tantissimo resti ancora da fare, ritiene che l’anno 2016 abbia prodotto dei buoni frutti, conseguenza naturale di un impegno costante ed assiduo, messo in campo al fine di vedere inverato ogni nostro progetto.
Onde evitare che il patrimonio di esperienze pregresse, cruciale per un' attività futura, vada disperso, vi esortiamo vivamente a ritrovare le ragioni dello stare insieme e dell’appartenenza, fugando timori di egemonia o prevaricazione che, troppo spesso, rappresentano la principale cagione di inutili, se non addirittura dannose, divisioni interne.
Sappiate ritornare, miei cari, nei momenti di difficoltà e di smarrimento, a quella parola che compendia in sé la quintessenza della nostra amata Associazione, tanto da esserne insita nel nome stesso: Unione.
Rimettendo al Vostro giudizio quanto esposto nella Presente, vi esorto, in conclusione, ad una sempre maggiore partecipazione associativa, nella convinzione che non un atteggiamento di acquiescenza né di subordinazione verso una linea d'intervento assunta e non condivisa, non il disinteresse né l'indifferenza verso quanto operato, bensì un contributo attivo e persino una sana divergenza ci consentano di vincere le nostre sfide future, attingendo a nuovi e più ambiziosi traguardi.


Per il Consiglio Provinciale
Il Presidente
Eliseo Ferrante

Torna all'Elenco delle Notizie
Ritorna all'Home Page
Torna su

UICI - Frosinone 
via M.T. Cicerone n°120  tel. 0775 270 781  fax 0775 270 536
Sito web realizzato con la collaborazione dell'Associazione Guidiamoci