Benvenuti nel sito dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sez. Prov.le di Frosinone – "ONLUS"
 home
    cerca
    mappa
 
Oggi:
L'associazione
Organigramma
Dove siamo
La nostra Storia
Comitati
Scopi e finalità
Servizi
Accompagnamento
Consulenza Scolastica
Libri
Legislazione
Assistenza pensionistica e fiscale
Anziani
Lavoro
Enti Collegati
U.Ni.Vo.C.
I.Ri.Fo.R.
A.S.D.
Stamperia Braille
Prevenzione Cecità
Siti Consigliati
Tiflologia
Ausili
Comunicati
Avvisi
Iscriviti alla Mailing List
Servizio Civile
Progetti
I nostro Volontari
Immagini
Mostra Tiflotecnica
Momenti belli
Versioni Precedenti
UIC vers. 1.0
UIC vers. 2.0
UIC vers. 3.0
Sito web della Regione Lazio
Seguici su Facebook
Area Riservata
Entra
VISITA CULTURALE A PIGLIO DA PARTE DELL’ASSOCIAZIONE UNIONE ITALIANA CIECHI, SEZIONE DI FROSINONE
Il gruppo, con la gradita presenza di alcuni soci di Roma, ha avuto modo di visionare a Piglio il castello Orsini e il Santuario della Madonna delle Rose. L’UNIONE Ciechi è una organizzazione Nazionale che nasce a Genova nel 1921 grazie ad reduce cieco della Prima Guerra Mondiale:Nicolosi Aurelio. La sede di Frosinone venne istituita nei primi anni 70, mentre l’iscrizione all’U.N.I.Vo.C è del Novembre 1993 ed è un’associazione di volontariato che opera in collaborazione e coordinamento con la locale sezione UIC per erogare servizi ed assistenza in favore dei non vedenti della nostra Provincia.
La visita a Piglio è il coronamento della attività dinamica del gruppo a conclusione del soggiorno montano. Infatti l’U.N.I.Vo.C promuove visite culturali in tutta Italia avvalendosi, per la logistica e l’organizzazione dell’infaticabile forza del Presidente Regionale Claudio Cola, del Presidente Provinciale Eliseo Ferrante, del Presidente U.N.I.Vo.C Onorio Vozza e del Consigliere U.N.I.Vo.C Giuliano Basilischi.
La visita a Piglio si è snodata lungo le vie del centro storico per raggiungere il Castello medievale accompagnata dalle spiegazioni dello storico locale Giorgio Alessandro Pacetti che ha arricchito il discorso di piacevoli aneddoti.
Ad attirare le maggiori attenzioni del gruppo è stato il "castello alto", fondato presumibilmente verso l'anno Mille, che è menzionato tra i possessi del Vescovato di Anagni in una bolla di Urbano II del 18 settembre 1088, confermata da Onorio III nel 1217 ad un B. de Pileo ed ai condomini della Rocca di Paliano, è costituito da quattro stanze, da un torrione e dalla piazza d'armi, sotto il mastio, dove si trovano i ruderi della chiesa di S. Pietro in Castrovetere. Il castello ebbe come feudatari i baroni del Piglio dal 1161, passato poi ai De Antiochia, tra il 1348 ed il 1359, successivamente alla famiglia Colonna per poi divenire possedimento degli Orsini. A tale periodo appartiene la bolla di Elenio IV, del 15 marzo 1435 con la quale prende sotto la sua protezione il Cardinale Prospero Colonna ed i suoi fratelli, nonché il nobile Corradino de Antiochia de Pileo. Nel perimetro del "castello basso” sono visibili trifore, bifore, volte a vela e stanze dipinte. Mentre il castello alto è di proprietà del Comune di Piglio quello basso, invece, è di proprietà privata.
Il gruppo poi ha visitato il santuario settecentesco della Madonna delle Rose, edificato dopo il 1656, che ha inglobado la cappellina che ritrae la Madonna in trono con il Divin Bambino.
I Pigliesi si erano rivolti proprio alla Madre detta “delle rose” per ottenere la liberazione dalla peste e poi la elessero compatrona del paese, in segno di gratitudine per lo scampato pericolo. Al termine il gruppo si è si è ritrovato in un ristorante per una gustosa agape fraterna dove il Sindaco avv. Mario Felli ha avuto modo di incontrare e salutare i graditi ospiti. GAP
(ANAGNIA)

Torna all'Elenco delle Notizie
Ritorna all'Home Page
Torna su

UICI - Frosinone 
via M.T. Cicerone n°120  tel. 0775 270 781  fax 0775 270 536
Sito web realizzato con la collaborazione dell'Associazione Guidiamoci