Benvenuti nel sito dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sez. Prov.le di Frosinone "ONLUS"
 home
    cerca
    mappa
 
Oggi:
L'associazione
Organigramma
Dove siamo
La nostra Storia
Comitati
Scopi e finalità
Servizi
Accompagnamento
Consulenza Scolastica
Libri
Legislazione
Assistenza pensionistica e fiscale
Anziani
Lavoro
Enti Collegati
U.Ni.Vo.C.
I.Ri.Fo.R.
A.S.D.
Stamperia Braille
Prevenzione Cecità
Siti Consigliati
Tiflologia
Ausili
Comunicati
Avvisi
Iscriviti alla Mailing List
Servizio Civile
Progetti
I nostro Volontari
Immagini
Mostra Tiflotecnica
Momenti belli
Versioni Precedenti
UIC vers. 1.0
UIC vers. 2.0
UIC vers. 3.0
Sito web della Regione Lazio
Seguici su Facebook
Area Riservata
Entra
PREVENZIONE CECITÀ

Come sappiamo, la vista rappresenta un bene prezioso per chiunque, e l'eventualità di perderla è forse un problema particolarmente angoscioso. E'chiaro che le difficoltà che tutto questo può comportare non si limitano al solo disagio fisico, ma vanno a penetrare anche in un luogo più nascosto, quello della sensibilità, dell'interiorità, che comunemente chiamiamo "assetto psicologico". Con le scoperte del III millennio possiamo ritenere che questa grave minorazione potrà essere almeno parzialmente risolvibile, ma, come con le altre patologie, la cosa più importante è la prevenzione.



Naturalmente ne esistono di congenite di cui non si riesce ancora a svelare le cause e quindi i possibili rimedi, ma riteniamo necessario diffondere informazioni relative alle più diffuse forme di manifestazione delle malattie in oggetto (perlomeno nella nostra Provincia) e ai possibili modi di sconfiggerle.



Prima fra tutte c'è il glaucoma : la nostra stessa associazione è costituita per la maggior parte da persone che soffrono di questa malattia e che può presentarsi sia in età matura, sia in forma congenita; in tutto il mondo sono più di 5 milioni ad essere afflitti da questo problema, piuttosto insidioso, dal momento che non si avvertono dolori durante il primo stadio. I disturbi tendono a svilupparsi solo in un secondo momento, con aloni luminosi e vista sfocata.


Un'altra malattia che si manifesta con l'aumentare dell'età è la cataratta , il cui acuirsi può arrivare addirittura alla cecità.

Oggi eliminare questo problema, che insorge nel cristallino, è diventata un'operazione di routine, sia attraverso la rimozione, sia attraverso la correzione, in quest'ultimo caso con l'impianto di una lente artificiale.



La retinite diabetica , invece, è un disturbo che insorge nel momento in cui l'alto tasso di zuccheri nel sangue va ad interessare la parte delle retina, ricca di vasi sanguigni. A questo segue il distacco della retina e improvvise perdite di vista. I rimedi, solo se in stadi non avanzati, possono essere la rimozione del vitreo o l'utilizzo del laser, al fine di distruggere le parti danneggiate.



Altra diffusa malattia su cui vogliamo soffermare la nostra e la vostra attenzione è la retinite pigmentosa . Malattia degenerativa, la retinite colpisce le cellule della retina e le distrugge lentamente. Questo causa una progressiva ipovisione che può condurre fino alla cecità. Purtroppo non si conoscono le cause di questa malattia, e per tale motivo, non si hanno dei rimedi o cure specifiche. Quello che sappiamo, attraverso studi di laboratorio condotti da specialisti del campo, è che la malattia si trasmette per via ereditaria.



Ma la nostra battaglia contro la malattia non finisce qui!



Vogliamo infatti comunicarvi che l'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Frosinone aderisce all'Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità , Sezione Italiana, che ha un suo comitato locale e svolge un'intensa campagna di informazione attraverso la distribuzione di materiale divulgativo e, periodicamente, mediante visite oculistiche gratuite. Tali visite vengono realizzate a bordo di un camper con il quale si sposta la suddetta agenzia, ma soprattutto con la collaborazione di alcuni medici oculisti, i quali sono poi impegnati nel campionare i risultati e stimare la diffusione di particolari patologie al fine di prevedere e orientare i pazienti verso strutture sanitarie competenti.


Nell' ultimo periodo abbiamo partecipato alla Campagna di prevenzione denominata " Apri gli occhi " svoltasi all' interno di un campione di scuole elementari della nostra provincia.


I bambini interessati al progetto sono stati 2.700. Nel concreto si è provveduto ad allestire un divertente spettacolo teatrale coinvolgente per i bambini finalizzato a far comprendere loro l'importanza del bene prezioso della vista e come proteggere gli occhi. Si è distribuito gratuitamente materiale divulgativo agli studenti e agli insegnanti. Inoltre è stato consegnato ai bambini un DVD con un simpatico personaggio chiamato Bat (pipistrello) che muovendosi all' interno di un cartone animato illustrava il progetto realizzato.


Prima della chiusura dell' anno scolastico abbiamo proceduto a visitare un altro campione di scuole elementari attraverso 400 visite oculistiche realizzate con l' impiego di una unità mobile debitamente attrezzata messa a disposizione dall'Agenzia.


Abbiamo potuto riscontrare 30 casi di piccoli studenti che presentavano problemi di vista; per 4 di essi la situazione si presentava seria trattandosi di ipovisione. I casi da noi riscontrati non erano tra l'altro noti né alle famiglie né alle scuole.


Questi e altri dati in nostro possesso ci spingono a proseguire nel difficile lavoro della promozione nella prevenzione della cecità.


Vogliamo inoltre ringraziare gli oculisti e i volontari che ci affiancano nella realizzazione dei nostri progetti, anche perché senza il loro prezioso aiuto non potremmo portare a termine le nostre iniziative.


Ulteriori informazioni sull'IAPB possono essere reperite sul Sito Nazionale che è:

www.iapb.it

Ritorna all'Home Page
Torna su

UICI - Frosinone 
via M.T. Cicerone n°120  tel. 0775 270 781  fax 0775 270 536
Sito web realizzato con la collaborazione dell'Associazione Guidiamoci