Logo U.I.C. - Clicca per tornare all'Home Page
Home Page

Ricerca nel Sito:

Clicca per visualizzre l'elenco di indirizzi E-mail disponibili - Scrivici


U.N.I.Vo.C. - Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi
O.N.L.U.S. - Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale

L'Unione Nazionale Italiana Volontari Pro Ciechi si è costituita ad Assisi il giorno 11 Marzo 1992 grazie a diciotto volontari, e per impulso dell'Unione Italiana Ciechi di cui l'U.N.I.Vo.C. rappresenta una vera e propria emanazione. La sua sede operativa si trova a Firenze presso l'U.I.C. in via Fibonacci 5.
Essa si è liberamente costituita come espressione democratica, apartitica ed aconfessionale, di solidarietà sociale, ed è basata sul desiderio dei suoi appartenenti di esplicare un diretto impegno personale e disinteressato a favore dei minorati della vista.
Dal 1998 è divenuta ONLUS, e attualmente il Presidente Nazionale è il prof. Vito Romano.

Scopi dell'U.N.I.Vo.C.

L'U.N.I.Vo.C. ha come scopo lo svolgimento, da parte dei propri aderenti, di attività personale, spontanea e gratuita di volontariato a favore dei minorati della vista; persegue la finalità del superamento dei fattori che ostacolano la piena integrazione sociale, culturale e lavorativa dei minorati della vista. Non ha fini di lucro, neppure indiretto, ed opera per esclusivi fini di solidarietà. I suoi aderenti esplicano in modo spontaneo e gratuito un impegno personale, diretto e disinteressato, a favore dei non vedenti e dei minorati della vista.
A tutt'oggi conta sul territorio nazionale 60 sezioni (che hanno sede presso l'Unione Italiana Ciechi delle città corrispondenti) con un numero di soci di 3200.

Reclutamento volontari

Possono far parte dell'U.N.I.Vo.C. i cittadini italiani o equiparati che ne facciano domanda di adesione, impegnandosi a condividerne obiettivi e finalità, e a destinare parte del proprio tempo libero mediante servizio personale e gratuito all'attività di volontariato in favore dei minorati della vista; la loro ammissione è decisa dalle Direzioni Sezionali.
Il reclutamento dei volontari avviene in base a un iter ben preciso.
Di solito viene rivolto un appello alla generalità dei cittadini di una determinata area geografica, per il tramite dei mezzi di comunicazione locali e con il supporto di spot illustrativi degli scopi dell'associazione; con le persone che rispondono all'appello si instaura un primo colloquio di ingresso e conoscenza reciproca, e si passa ad una serie di selezioni per la valutazione delle motivazioni e delle competenze che evidenzino le attitudini dell'interessato; questa fase viene accompagnata da materiale documentativo sui criteri e sulle tecniche di approccio con la cecità.

Servizi dell' U.N.I.Vo.C.

Una delle caratteristiche specifiche dell' Univoc è quella d'impegnarsi in favore dei non vedenti che vivono soli (in particolare anziani) e di quanti trascorrono quasi tutta la giornata senza i familiari, di solito i più schivi nel chiedere servizi per pudore o per disinformazione. L'U.N.I.Vo.C. prende dapprima contatto telefonico per presentarsi e poi offre servizi al domicilio degli interessati per compagnia, sostegno, letture, accompagnamento per le piccole incombenze domestiche o per passeggiate o per attività ricreativo-culturali; concentra anche i propri sforzi per creare rapporti interpersonali tra volontari ed utenti non vedenti attraverso le attività di gruppo.
In occasione di appuntamenti culturali significativi, o di scadenze rituali di calendario, l'U.N.I.Vo.C. organizza incontri presso la propria sede oppure dove si svolgono le manifestazioni, assicurando l'accompagnamento degli interessati.

Progetto culturale e sociale dell'U.N.I.Vo.C.

Esso si basa sulla pari dignità e la piena integrazione di tutti gli associati, vedenti e non vedenti, evidenziando la cultura della reciprocità e considerando il contatto tra il volontario e il cieco come mutua occasione di arricchimento e di scambio di esperienze.
Due sono i progetti che l'U.N.I.Vo.C. intende realizzare:

1- Emergenza sociale anziani ciechi ed ipovedenti: progetto di intervento per il sostegno e l'assistenza domiciliare agli handicappati visivi anziani e alle loro famiglie; Un'attenta analisi del ruolo e delle funzioni della famiglia nella realtà attuale ne segnala un sovraccarico di difficoltà e di problemi che spesso ne soverchiano le disponibilità, le risorse e gli affetti. Alla famiglia, quale istituzione sociale, si assegnano due funzioni distinte:
a. Fonte di diritti e doveri di natura patrimoniale.
b. Fonte e sede elettiva di funzioni solidaristiche, di socializzazione primaria, di educazione e cura dei figli, di assistenza e cura dei soggetti deboli e degli anziani.
c. Negli ultimi anni, all'interno dell'istituzione famiglia, sta assumendo notevole rilevanza sociale la famiglia in età avanzata, conseguentemente all'aumento dell'età media della popolazione.

2- Applicazione di tecnologie avanzate in favore di studenti ciechi: progetto multimediale per la transcodifica dei libri di testo per le scuole medie superiori e per l'università.
Una volta garantito il diritto allo studio per gli studenti ciechi, l'esercizio di detto diritto viene molto spesso messo in discussione dalla mancanza dei più elementari sussidi didattici accessibili ai portatori di handicap visivo. Per gli studenti ciechi delle scuole medie superiori e delle università esiste l'assoluta necessità di predisporre un servizio personalizzato che in tempi brevissimi metta loro a disposizione specifici testi professionalmente rielaborati o per la fruizione tattile mediante il braille, o per quella uditiva mediante audiocassette.
Per giungere a questo risultato l'U.N.I.Vo.C. intende convenzionarsi con le strutture esistenti (Biblioteca Regina Margherita di Monza e Unione Italiana Ciechi), le quali sono in grado di riprodurre e duplicare rapidamente, ed intende predisporre i master dei libri di testo attraverso il ricorso a tecnologie avanzate. La diffusione e la messa a disposizione delle stesse a favore dei volontari disponibili consente di moltiplicare i terminal in grado di predisporre i master da affidare poi alle catene di produzione e duplicazione convenzionate.

Clicca per tornare ad inizio pagina

Unione Italiana Ciechi sez. prov. di Frosinone
La Nostra Storia
Vita Associativa
Forum
Organigramma
I.Ri.Fo.R. - Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione
Storia e Finalita'
Attivita' 2001/2002
Attivita' 2002/2003
Recensioni Tematiche
Organigramma
Centro Regionale Sant'Alessio-Margherita di Savoia
Centro Regionale
Post-Scolastico
Diurno
U.N.I.Vo.C - Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi
Statuto Generale
Attivitą della Sezione
Organigramma
Gruppo Sportivo 'Ciociaria non Vedenti'
Storia ed Attivitą 2001/2002
Organigramma
Ausili tiflotecnici e tifloinformatici
Ipovisione Cecitą