Chi siamo
 
Organigramma  
Dove siamo  
  La nostra storia  
  Comitati  
  Scopi e finalità  
  Servizi  
  Accompagnamento  
 

Consulenza
Scolastica

 
Libri
  Legislazione  
  Assistenza pensionistica e fiscale  
 

Anziani

 
Lavoro
  Enti Collegati  
  I.Ri.Fo.R  
 

U.Ni.Vo.C

 
  Gruppo sportivo  
  Stamperia Braille  
  Prevenzione cecità  
  Siti consigliati  
  Tiflologia  
  Ausili  
  Comunicati  
  Avvisi  
  Servizio Civile  
  Progetti  
  I nostri volontari  
  Immagini  
  Mostra Tiflotecnica  
  Momenti belli  
  Vecchio sito  
  Primo sito  

 


Prevenzione della Cecità

Come sappiamo, la vista rappresenta un bene prezioso per chiunque, e la possibilità di perderla è forse un problema particolarmente angoscioso. E'chiaro che le difficoltà che tutto questo può comportare non si limitano al solo disagio fisico, ma vanno a penetrare anche in un luogo più nascosto, quello della sensibilità, dell'interiorità, che comunemente chiamiamo ‘assetto psicologico'. Con le scoperte del III millennio possiamo ritenere che questa grave patologia potrà essere almeno parzialmente risolvibile, ma, come con le altre malattie, la cosa più importante è la prevenzione.
Naturalmente ne esistono di congenite di cui non si riesce ancora a svelare le cause e quindi i possibili rimedi, ma riteniamo necessario diffondere informazioni relative alle più diffuse forme di manifestazione della malattia in oggetto (perlomeno nella nostra Provincia) e ai possibili modi di sconfiggerla.
Prima fra tutte c'è il glaucoma : la nostra stessa associazione è costituita per la maggior parte da persone che soffrono di questa malattia e che può presentarsi sia in età matura, sia in forma congenita; in tutto il mondo sono più di 5 milioni ad essere afflitti da questo problema, piuttosto insidioso, dal momento che non si avvertono dolori durante il primo stadio. I disturbi tendono a svilupparsi solo in un secondo momento, con aloni luminosi e vista sfocata. Un'altra malattia che si manifesta con l'aumentare dell'età è la cataratta , il cui acuirsi può arrivare addirittura alla cecità.
Oggi eliminare questo problema, che insorge nel cristallino, è diventata un'operazione di routine, sia attraverso la rimozione, sia attraverso la correzione, in quest'ultimo caso con l'impianto di una lente artificiale.
La retinite diabetica , invece, è un disturbo che insorge nel momento in cui l'alto tasso di zuccheri nel sangue va ad interessare la parte delle retina, ricca di vasi sanguigni. A questo segue il distacco della retina e improvvise perdite di vista. I rimedi, solo se in stadi non avanzati, possono essere la rimozione del vitreo o l'uso del laser, al fine di distruggere le parti danneggiate.
Altra diffusa malattia su cui vogliamo fermare la nostra e la vostra attenzione è la retinite pigmentosa . Malattia degenerativa, la retinite colpisce le cellule della retina e le distrugge lentamente. Questo causa una progressiva ipovisione che può condurre fino alla cecità. Purtroppo non si conoscono le cause di questa malattia, e per tale motivo, non si hanno dei rimedi o cure specifiche. Quello che sappiamo, attraverso studi di laboratorio condotti da specialisti del campo, è che la malattia si trasmette per via ereditaria.
Ma la nostra battaglia contro la malattia non finisce qui!
Vogliamo infatti comunicarvi che l'Unione Italiana dei Ciechi di Frosinone aderisce all'Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità , che ha un suo comitato locale e svolge un'intensa campagna di informazione attraverso la distribuzione di materiale divulgativo e, periodicamente, mediante visite oculistiche gratuite. Tali visite vengono realizzate a bordo di un camper con il quale si sposta la suddetta agenzia, ma soprattutto con la collaborazione di alcuni oculisti, i quali sono poi impegnati nel campionare i risultati e stimare la diffusione di particolari patologie al fine di prevedere e orientare i pazienti verso strutture sanitarie competenti.

 

Torna all'home page

 

 
     
CREDITS
 
Unione Italiana Ciechi, Sezione di Frosinone. Via M.T. Cicerone, 120 03100 Frosinone Onlus Non si vede bene che col cuore, l'essenziale è invisibile agli occhi